ACROSS THE NO LANDS: FIREWIND 2di4 – Recensione

FUMETTI

ACROSS THE NO LANDS: FIREWIND 2di4

Da parecchio tempo manchiamo nelle terre delle No Lands, e la voglia di riassaporare le atmosfere uniche del mondo creato dalla No Lands Comics è piuttosto forte. Per il nostro ritorno l’ideale è il secondo capitolo della seconda serie del ciclo Across the No Lands, Firewind.Il primo albo di questo ciclo ci aveva mostrato le lande assolate e sabbiose di Arthuanek, dove la popolazione degli Anjin è in lotta con i guerrieri aderenti al culto di Pyros, guidati dal kalash Xardas; vista la loro fatica nello scontro, la somma Veggente Tara Larthua aveva deciso di chiedere in modo deciso un aiuto al maestro congiuratore Runisia, che aveva accettato inviando in soccorso degli Anjin un suo servitore, Spento.

Con il secondo numero di Firewind vediamo come questo sostegno si riveli utile per la causa del Popolo del deserto.

LA NO LANDS COMICS CI RIPORTA A SEGUIRE L’IMPRESA DI SPENTO 

Grazie alla magia di Runisia, Spento viene invIato nel deserto dell’Arthuanek, dove è previsto l’incontro con un rappresentate degli Anjin. Il primo incontro tra i due viene interrotto da un attacco dei guerrieri di Pyros, per nostra fortuna, dato che vediamo subito di cosa sia capace Jamin Inshari, danzatore delle lame, che mostra una capacità marziale con le sue due lame davvero impressionate, così come sua figlia Shaila, una giovane sensitiva dotata di un potere non indifferente, accompagnata dalla curiosa creatura di sabbia Makudai.

firewind no lands comics tavole

Come da regola in casa No Lands Comics, l’atmosfera dell’albo non è delle più rilassate, anzi tra i tre protagonisti si instaura un rapporto basato più sulla necessità di raggiungere un obiettivo comune che non una relazione basata su fiducia e rispetto; questo tipo di convivenza forzata è una spettacolare modalità di narrazione, consente di presentare in modo vivace e bene centellinato tutti gli aspetti dei diversi personaggi, dalle loro motivazioni, ai loro principi, rivelando con un sapiente uso del flashback anche i retroscena che sono alla base di questa storia. Non è una novità che Nax sappia condurci con cura attraverso le trame delle violente storie delle No Lands, ma il tocco del narratore capace consiste nel farlo delicatamente, raccontando in modo tale che i dettagli emergano in quelli che sembrano dei normali battibecchi o nel semplice dialogo in un bivacco serale.

firewind no lands comics tavole

L’andamento della missione sembra far di tutto per far amalgamare al meglio i componenti del trio, in una tensione latente che sembra pian piano sfociare, sotto il principio giustamente evidenziato da Jasmin “Senza un piano e reciproca fiducia, non ne usciremo“. È la costruzione di questa fiducia che anima la trama di Nax, il lento e faticoso lavoro che ogni protagonista deve fare per prender coscienza che da solo non riuscirà a completare la propria missione, ma che solo collaborando si potrà svolgere il compito con un qualche speranza di riuscita. Sempre che si sopravviva alla minaccia che chiude l’albo, pronta a rivelarsi uscendo dalle ombre!

A dare ancora più spessore ci sono i disegni di Marcel Perez Massegù, già autore del primo capitolo di Firewind; il suo tratto riesce a dare un senso di violento dinamismo negli scontri in modo esemplare, specie quando subentra la componente della sabbia, che dubito sia un fattore facile da gestire. Pur mantenendo una certa linearità con la tipologia di impostazione grafica tipica anche di altre serie della casa editrice (in primis, Chronicles of the No Lands), Marcel fa emergere l’unicità del suo tratto. Ad aiutarlo in questo suo sforzo arriva con forza la colorazione di Isabel Terol, che sembra far tutto con naturalezza, ma che ottiene dei risultati davvero superbi; rendiamoci conto che Isabel deve dar colore a fiamme, generare ombre che diano il senso del movimento esaltando alcuni dettagli dei protagonisti. Il connubio tra tratto (Marcel) e colore (Isabel) deve esser il più preciso possibile, e Firewind ci offre un buon esempio di come questa sinergia debba realizzarsi.

firewind no lands comics tavole

Firewind è un nuovo fondamentale tassello che si inserisce nel mosaico delle No Lands, con la sua variegata offerta di storie, tutte unite nel dare spessore e profondità ad un’ambientazione fantasy estremamente interessante. Dopo I nani di Tor’harn e l’arrivi de Gli elfi di Nevermeet, questa collana diventa sempre più interessante!

SCHEDA FUMETTO


  • USCITA: Ottobre 2016
  • SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Nax
  • DISEGN: Marcel Perez Massegù
  • COPERTINA: Marcel Perez Massegù
  • COLORI: Isabel Terol
  • CASA EDITRICE: No Land Comics
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 FUMETTI

7.3

Buono

Inviato Speciale e Nerd di alto lignaggio, le sue prime parole sono state “spazio, ultima frontiera”; ha indagato nei misteri della galassia con R. Daneel Oliwav e cavalcato vermi delle sabbie su Dune, salvo poi venire arruolato nella Flotta Stellare e arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Esperto di Warhammer 40k, Star Trek e Star Wars,appassionato di rpg, rts e fps, vi mostrerà cose che voi nerd non potreste immaginare.
Average User Rating
9.3
10 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Leave a Reply

Lost Password