Astra – Lost in Space: recensione dei primi due volumi

Astra Lost in Space arriva in italia

Federico Cavallaro 19 Feb 2020

Astra Lost in Space è una delle nuove serie distribuite da Edizioni Star Comics, il primo volume è uscito lo scorso 18 dicembre mentre il secondo il 22 gennaio.

In un prossimo futuro, i viaggi spaziali saranno una cosa normale. È in un simile scenario che gli studenti liceali Kanata e Aries partono insieme ad altri sette compagni (sconosciuti) per compiere un campeggio planetario organizzato dalla loro scuola. Pieni di entusiasmo per la loro prima avventura tra le stelle, i ragazzi arrivano alla destinazione prevista, ma dopo essere approdati sul pianeta si ritrovano coinvolti in un incidente inatteso. Sarà l’inizio di un’odissea fantascientifica che li vedrà protagonisti di un’acerrima lotta per la sopravvivenza negli spazi siderali, nel disperato tentativo di ritornare a casa.

Iniziando la lettura di questo manga si potrebbe pensare di essere davanti ad una classica avventura divertente che mira ad un target molto giovane che segue un gruppo di ragazzi che cercano di tornare a casa attraverso una serie di disavventure. Ma ci sono alcune cose che nessuno si aspettava e che molto probabilmente non vi aspetterete nemmeno voi. La serie completa è di soli cinque volumi, i prossimi tre usciranno nei prossimi mesi e questo è solo che un bene perché i primi due volumi sono davvero molto interessanti, sopratutto sotto il punto di vista della storia perché come detto prima ci sono tantissimi colpi di scena inaspettati e i personaggi sono ben caratterizzati. I due personaggi “principali” della serie sono Kanata, che si è autoproclamato capitano del gruppo ed è esperto di sopravvivenza e Aries una adolescente vivace che è sempre pronta a escogitare soluzioni semplici ma funzionali. L’attenzione maniacale dei suoi personaggi più le problematiche della storia e gli sfondi dei vari vissuti di ciascun membro porterà il lettore ad attaccarsi emotivamente a questo gruppo. C’è anche un sacco di humor che farà sicuramente molto piacere a tutti, specialmente con Kanata. La sua presenza è importantissima in quanto riesce a fare uscire l’individualità di ogni personaggio facendo emergere nuove parti l’una nell’altra. Questo, causando molte battute e litigi divertenti. I disegni sono davvero ben realizzati. Shinohara ha un buon tocco, soprattutto con i paesaggi. Ovviamente tutto l’impatto visivo è solido e si vede la sua esperienza in merito. La sua capacità di catturare l’attenzione del lettore con le vegetazioni spaziali e le creature aliene è senza pari e consentono un’immersione totale. 

Astra Lost in Space uscirà mensilmente in tutti i negozi e fumetterie al prezzo di €5,90 e Star Comics per l’occasione ha rilasciato un cofanetto con il primo volume.

CONCLUSIONI: In conclusione Astra Lost in Space è un manga da tenere d'occhio, parte benissimo con questi due volumi che riescono a tenere il lettore attaccato pagina dopo pagina.

VOTO FINALE: 7.5

SCHEDA FUMETTO

  • DATA RILASCIO: 18/12/2019
  • SOGGETTO: Kenta Shinohara
  • SCENEGGIATURA: Kenta Shinohara
  • DISEGNI: Kenta Shinohara
  • COLORI: Kenta Shinohara
  • CASA EDITRICE: Edizioni Star Comics
ULTIME NEWS