BROFORCE

PC VIDEOGAMES

BROFORCE: SUI NOSTRI MONITOR SI MENA STILE ANNI ’80!

Inutile negarlo, ormai sono quasi vent’anni che dilapido fortune sui videogiochi; sono passato attraverso l’era delle avventure grafiche, ho affrontato l’età aurea dei simulatori di volo e sono infine giunto al nuovo trend dei MMORPG, senza disdegnare delle incursioni nel mondo degli sparatutto.

Sono partito da personaggi in pixel così sgranati da sembrare un quadro di Picasso e con una palette di colori così striminzita da farti rimpiangere il bianco e nero, fino a raggiungere le vette della grafica iper-realistica attuale, eppure una solo cosa mi ha sempre attratto in un gioco: il divertimento.

Sembra un discorso assurdo, ma pensateci: anche avendo davanti agli occhi un capolavoro di grafica, se non funziona in termini di storia e giocabilità, se non vi attira anche oltre l’impatto visivo, quanto può durare l’innamoramento per un titolo? Nel mio caso poco, e negli ultimi anni queste rapide infatuazioni mi hanno lasciato spesso l’amaro in bocca, e il rimpianto per i bei giochi di una volta.

COSA CONTA REALMENTE IN UN GIOCO? OLTRE ALLA GRAFICA, SERVE ALTRO PER RENDERLO ATTRAENTE, PER CONVINCERCI A RIMANERE ATTACCATTI ALLA TASTIERA?

Questa mia nostalgia ha avuto recentemente una risposta, una sorta di capsula del tempo che mi ha portato in questo 2015 iper-grafico un prodotto dal sapore anni ’80 pixelloso e con un concentrato di divertimento ignorante tipico di quel periodo: Broforce!

Broforce è il gioco tipico degli anni ’80 inteso come cultura dell’intrattenimento: è veloce, frenetico, iperviolento e con una tendenza all’esagerazione che rende il divertimento assicurato. La grafica è volutamente figlia di quegli anni, fatta di pixel grossolani, ma costruiti ad arte in modo da non rendere il gioco sgradevole ai fini palati odierni, anzi rendendo divertente questo aspetto vintage; muoversi nel mondo dei “bros” è piacevole proprio per l’impostazione che i ragazzi di Free Lives hanno dato al loro prodotto.

Iniziamo col dire che Broforce è un gioco d’azione, uno stilosissimo arcade a scorrimento orizzontale in cui comanderemo un personaggio impegnato nel dispensare pace eterna ai nemici che si porranno sul nostro cammino; il comandare il nostro eroe è un ritorno alle origini, i tasti usati per muoversi saranno le frecce direzionali (cosa che non si usa più da anni, ormai), mentre per usare il nostro arsenale ci affideremo ai tasti Z,X,C. Già dall’impostazione dei comandi vediamo come Broforce sia un gioco semplice, senza fronzoli o grandi pretese, e forse proprio per questo ha un successo e un indice di gradimento estremo.

Il campo di battaglia va lasciato col botto, in puro stile Broforce!

broforce gameplay screen

Il primo impatto con Broforce mi ha lasciato senza fiato. Niente intro , subito il menù con le opzioni, in rigoroso stile pixelloso, e selezione della modalità storia. Un breve filmatino ci mostrerà il nostro comandante che ci scorta con un elicottero nel primo teatro di guerra: il Viet-nam; come parte il gioco scopriamo che il nostro primo personaggio si chiama Brambo, e iniziano i sensi di deja vù che in confronto Matrix ci fa fresco! Neanche il tempo di presentarsi, e il nostro squadrato alter ego deve iniziare a sparare contro ogni cosa che si muove, cercando di avanzare nel livello fino a vedere una gabbia con un fumetto in cui compare un inequivocabile ‘save me!”; animati da spirito eroistico ci facciamo strada verso la gabbia, e liberiamo l’ostaggio.

E qui scatta l’applauso. Una volta liberato il prigioniero scopriamo che si tratta di uno dei nostri fratelli soldati ( da cui il ‘bro’ ricorrente nel gioco), che prenderà il posto del nostro eroe; questi nuovi personaggi sbloccati sono, in realtà, le vite che abbiamo a disposizione per terminare la missione. Ad ogni liberazione, dopo l’animazione di presentazione del nuovo soldato, aggiungeremo una vita al nostro inventario, sotto forma di personaggio giocabile; ognuno di questi soldati avrà una propria arma, una devastante mossa speciale e una personale versione dell’attacco corpo a corpo.

BROFORCE PORTA GLI ANNI ’80 SUI NOSTRI MONITOR, DALLA GRAFICA AL GAMEPLAY, PASSANDO PER IL CAST CHE IMBRACCERA’ LE ARMI!

Nonostante lo stile minimalista, le animazioni dei personaggi e delle loro armi sono a dir poco spassose, creano un effetto spettacolare e coinvolgente, aiutate anche da un comparto audio strepitoso, sia per gli effetti sonori che per le voci che ci spingono all’azione, in tipo stile testosteronico degli Eighties.

Giusto per ingolosirvi, specialmente voi nostalgici, vi dirò solo che avremo a dispozione soldati come Indiana Brones, Ellen Ripbro, Bro Dreed, Bro Hard, Brockteer, Brominator , Brommando, Brodel Walker, Bro Barracuc, Mac Brover, Brade, Snake Broskin o Bro in Black. In Broforce tutti i personaggi giocabili (e sono davvero tanti) sono un chiaro omaggio agli action movie del periodo 80-90, con qualche piccola concessione a personaggi anche più recenti (come Brochete o Mr Anderbro), senza tralasciare anche le icone dei telefilm di vent’anni fa. Ogni personaggio sarà facilmente riconoscibile, ci farà sorridere per la genialità dell’idea, e scenderà in campo con l’arma tipica del personaggio a cui si ispira (Indiana Brones avraà la sua frusta, ad esempio), dando così la possibilità di sperimentare nuovi approcci al gioco, senza correre il rischio di sprofondare il giocatore nella noia!

Il cast del gioco, come nell'action movie che abbiamo sempre sognato!

broforce personaggi

Ma guardiamo all’aspetto più importante: com’è la giocabilità di Broforce? Semplicemente esilarante, un vero concentrato di adrenalina, con il nostro personaggio in una corsa esplosiva per raggiungere l’obiettivo, sparando come un matto e intento a salvare i suoi compagni. Sicuramente è il ritmo a bomba del gioco la sua caratteristica migliore, questa velocità che tiene il giocatore concentrato e divertito al contempo, stimolandolo a cercare nuove strategie per portare devastazione e demolizione sul monitor. Prima di premere il grilletto, però, dovremo scegliere se iniziare la nostra guerra come gioco arcade fine a se stesso (corri e uccidi!) o se provare a sguire un minimo di trama, e selezionare quindi la campagna.

POTER GIOCARE UN PRODOTTO SIMILE CON UN CAST DA ACTION MOVIE DEGLI ANNI ’80 NON HA PREZZO!!

La campagna ci verrà presentata come divisa in nazioni, a loro volta in diverse zone, ognuna contraddistinta da una difficoltà che va da 2 a 5; in base alla durezza della missione, saremo messi a dura prova, e il nostro piccolo esercito si assottiglierà in pochissimo tempo. A salvarci saranno i due tipi di check point disponibili: il primo, una patriottica bandiera a stelle e strisce ci consentirà di ricominciare da quel punto la partita a patto di aver ancora omini disponibili, mentre in assenza di soldati dobbiamo sperare di aver raggiunto una torre radio, da cui possiamo riprendere la battaglia anche senza soldati ancora arruolabili.

L’ideale è di cercare sempre di avere una buon numero di soldati, o meglio vite, disponibili, il che significa cercare di liberare quanti più prigionieri possibili; oltre ad aumentare la nostra sopravvivenza, ogni tot liberazioni potremo sbloccare un nuovo ‘bro’, ottenendo un nuovo possibile approccio allo scenario di guerra.

Poteva mancare un livello ambientato nell'universo di Alien?

broforce gameplay screen

Non va trascurato l’ottimo lavoro di Free Lives nell’interazione personagio/ambiente. Con le nostre armi saremo in grado di scavare dei tunnel sotto i nostri nemici, o far esplodere taniche di benzina e bomboloni di gas, dando origine a spettacolari esplosioni che possono, però, anche rivelarsi fatali per noi, vista la loro tendenza ad espandersi incontrollate! Il rischio di fare i kamikaze vale la candela, visto che alcuni nemici sono impossibili da battere per alcuni personaggi slavo l’impiego di esplosioni e mezzi di altra natura; in alcune parti del gioco saremo aiutati da un piccolo mech (una volta costretto a mazzate l’occupante a lasciarcelo), molto utile contro nemici corazzati e dal rapido rateo di fuoco, ma soprattutto contro i boss di fine zona. Avete letto bene, inBroforce torna l’incubo di noi vecchi giocatori, quei mega boss finali che per anni hanno causato le nostre bestemmie e fomentato il nostro odio; alcuni saranno abbattibili con una tempesta di piombo, altri invece necessiteranno di un approccio più tattico, spesso modificando il terreno di scontro (tranquilli, alla ventesima crisi di nervi capirete quale tattica servirà!).

Spesso per affrontare una zona particolarmente ostica servirebbe una mano, e Broforce permette a un giocatore di unirsi a noi, sia on line (se abbiamo iniziato la partita come tale) che sul medesimo pc, suddividendo la tastiera per più personaggi; la seconda modalità rischia di essere più complicata, visto che i comandi multigiocatore sulla stessa tastiera rischiano di trasformare l’esperienza in un aggrovigliarsi di dita senza risultati. Va comunque premiata l’intuizione di reintrodurre la possibilità del giocare in più persone sullo stesso dispositivo, moda persa negli ultimi anni e che nei decenni scorsi era sempre stata considerata un must delle grandi produzioni, ma resa obsoleta dall’avvento della banda larga e del multiplayer on line.

SCORRIMENTO ORIZZONTALE, BOSS DI FINE LIVELLO, COOP SULLO STESSO PC, TANTE ARMI E TANTI PERSONAGGI….SONO TORNATI GLI ANNI 80, GENTE!

Broforce da ieri lascia la early access per essere pienamente operativo su Steam, ma ha già una struttura tale da renderlo pienamente godibile, aiutato anche dal rilascio periodico di nuovi contenuti, sia in fatto di personaggi che come livelli. Il prezzo a cui viene venduto, per quanto non bassissimo, è pienamente giustificato, visto che offre giocabilità, contenuti e soprattutto tanto, tantissimo divertimento.

Sicuramente qualcuno starà pensando che Broforce faccia parte di quel senso di nostaglia che ha portato sugli schermi la trilogia de I mercenari; l’idea deve avere fatto presa anche sulla Free Lives, che ha deciso di rilasciare un demo del gioco, scaricabile da Steam, chiamato Expendabros, in cui i protagonisti sono la parodia dei personaggi della sgangherata compagine di soldati guidati da Stallone. L’intuizione è vincente, visto che Expendabros non solo ha lanciato il terzo capitolo della saga di Barney Ross, ma, sfruttando l’appeal della pellicola stessa, ha avuto l’effetto boomerang di far conoscere a quanti più appassionati possibili l’esistenza di Broforce.

In chiusura, pura raccomandandovi l’acquisto del titolo completo, vi consiglio prima di scaricare la demo di Expendabros, in modo da verificare la genialità del gioco!

Broforce è un distillato di action movie anni '80, pieno di esplosioni, armi e con tutti i personaggi tipici delle pellicole del periodo. Anche l'impianto di gioco ha il sapore retrò di quegli anni, con modalità cooperativa sullo stesso pc e la presenza dei mega boss finali; non manca nemmeno una demo basata sull'ultimo action movie vecchio stampo, quasi un passaggio di testimone dalla pellicola ai pixel di Broforce. OBBLIGATORIO

SCHEDA GIOCO


  • RILASCIATO: 7 Aprile 2014
  • GENERE: Azione
  • SVILUPPATORE: Free Lives
  • PUBLISHER: Devolver digital
pagina Nerdgate il portale nerd

GALLERIA IMMAGINI GIOCO

TOP 10 VIDEOGAMES

Good

  • Un concentrato di anni '80
  • Personaggi fantastici e vari
  • Gameplay adrenalinico ed esplosivo
  • Coop sullo stesso pc
  • Continue espansioni e nuovi personaggi

Bad

  • I comandi della coop sullo stesso pc richiedono un joypad
  • Non adatto ai puristi della grafica iper-realistica
7.5

Buono

Inviato Speciale e Nerd di alto lignaggio, le sue prime parole sono state “spazio, ultima frontiera”; ha indagato nei misteri della galassia con R. Daneel Oliwav e cavalcato vermi delle sabbie su Dune, salvo poi venire arruolato nella Flotta Stellare e arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Esperto di Warhammer 40k, Star Trek e Star Wars,appassionato di rpg, rts e fps, vi mostrerà cose che voi nerd non potreste immaginare.

Average User Rating
8
6 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password