Crucible: Amazon Games ferma lo sviluppo del suo gioco

Il colosso dell'E-Commerce ammette il fallimento del progetto

Damiano Vitale 15 Ott 2020

Crucible: Amazon Games ferma lo sviluppo del suo gioco

Di Crucible e della sua travagliata storia, ne avevamo parlato qualche mese fa quando dopo averne rimosso molte delle sue funzionalità Amazon Games aveva deciso di riportarlo in Closed Beta per un periodo di tempo non specificato, con la speranza che le cose potessero migliorare.
Ora però le cose sono cambiate in peggio, infatti Amazon ha annunciato che il suo Shooter Free To Play verrà rimosso da ogni store e i suoi server chiusi a partire dal 9 di Novembre, ammettendo così la sconfitta che per un po’ di tempo hanno cercato di evitare

Stando ad un comunicato ufficiale, il team di sviluppo responsabile di Crucible verrà trasferito interamente sul nuovo MMO New World sempre di Amazon Games su altri progetti in arrivo.
Amazon ha data la disponibilità di rimborsare tutti gli utenti che hanno effettuato acquisti in Game, e gli stessi sono stati prontamente disabilitati per evitare ulteriori problemi

“Nelle ultime settimane di vita del gioco, offriremo un ulteriore sessione di Playtest assieme ad una celebrazione con la community sia dentro il gioco che sul nostro canale Discord si legge nel comunicato ufficiale degli sviluppatori rilasciato sul sito

“Da quel momento in poi chiuderemo i server relativi al Matchmaking , ma resterete comunque in grado di giocare a Crucible attraverso delle modalità esclusive del gioco, per questa funzione i server resteranno aperti sino al 9 di Novembre, dopodiché verranno chiusi per sempre”

Insomma, Amazon Games ci ha provato ma gli utenti non hanno apprezzato appieno il gioco (visti anche gli scarsi numeri realizzati su Steam). Ora con il vicino lancio di Amazon Luna (piattaforma di gioco in streaming proprietaria) e di quello di New World, la speranza di tutti è che le cose vadano diversamente.
Intanto anche New World è stato rimandato al 2021, segno che magari il colosso di Jeff Bezos non vuole ripetere gli stessi errori


Tag:,

Lascia un commento