Cyberpunk 2077- nuovi dettagli a poco meno di due mesi dall’uscita

Nuove info e paragoni con The Witcher

Damiano Vitale 21 Set 2020

Cyberpunk 2077- nuovi dettagli a poco meno di due mesi dall’uscita

Alla fine di giugno, dopo la conferenza Night City Wired di CD Projekt, abbiamo appreso ulteriori dettagli al riguardo di Cyberpunk 2077, la nuova epopea dei creatori di The Witcher, e qualche giorno fa sono usciti ulteriori informazioni sul gioco sulle missioni e sulla campagna principale

Partendo dalla campagna principale, i ragazzi del Team di CD Projekt RED hanno dichiarato che la Main Quest della campagna di Cyberpunk 2077 non sarà lunga quanto quella di The Witcher 3, ma sarà un po’ più corta: Questa decisione è stata presa dopo aver visto le lamentele mosse dagli utenti riguardo la durata della campagna dell’ultimo capitolo della saga di Geralt.

“Sappiamo che la Main Story sarà più corta di quella vista in The Witcher 3, visto che abbiamo ricevuto parecchie lamentele sulla durata di quest’ultima. Guardando i numeri, ci sono un sacco di persone che hanno giocato a The Witcher 3 a fondo ma senza arrivare alla fine della campagna principale. Noi vogliamo che i giocatori arrivino alla fine della campagna di Cyberpunk e così l’abbiamo accorciata” ha dichiarato Patrick K. Mills il senior quest designer del gioco, assicurando poi che ci saranno tante altre cose da fare durante tutta la durata del gioco anche con l’arrivo di alcuni DLC

I paragoni con l’ultimo capitolo della saga dello strigo non finiscono qui: Infatti anche le missioni secondarie saranno guidate dal libero arbitrio così come accade con Geralt:
Una rissa con una gang di Night City non impedirà ai giocatori di lavorarci insieme in futuro e di camminare per le strade della città con tranquillità

“Non è detto che scatenare una rissa con una gang impedirà di fare un lavoro per loro in futuro, anche se alcune di loro potrebbero ricordare quello che è successo e essere un po’ ostili. Non c’è un caso specifico, dipende dalla quest, i contenuti sono fatti a mano e altamente modificabile” ha dichiarato poi Mateusz Tomaszkiewicz in una intervista rilasciata a The Gamer

Come con The Witcher 3 si vedranno immediatamente le conseguenze delle scelte fatte durante il gioco, ma per altre conseguenze bisognerà aspettare di proseguire con la trama per scoprire cosa è cambiato

“Certe volte potrebbe succedere che siano state fatte delle scelte che sono sfociate in un combattimento. Questo è ovvio, immediate conseguenze ma magari più avanti, quando non meno lo si aspetta, ci saranno delle conseguenze più importanti in un’altra parte del gioco. Lo facciamo apposta, in modo che il giocatore metta in dubbio costantemente le scelte fatte. Di proposito non facciamo in modo che il giocatore sappia o predica a cosa va incontro, vogliamo che le scelte e le conseguenze siano difficili da predire” ha continuato Tomaszkiewicz

Cyberpunk 2077 diventa sempre più interessante e l’hype per il gioco aumenta sempre di più, noi non vediamo l’ora di metterci sopra le mani.


Tag:,

Lascia un commento