Destiny 2: Oltre la Luce – Recensione in corso

Giovanni Pirrone 18 Nov 2020

Bungie torna a far parlare di sé con Destiny 2:Oltre la Luce, continuando così il supporto alla sua creatura con un’espansione corposa che fa da spartiacque con il passato, lanciando il titolo verso la next-gen e andando incontro ai nuovi giocatori.

LE NAVI PIRAMIDALI PORTATRICI DI OSCURITÀ

Le abbiamo viste nel lontano 2017 alla fine della campagna principale, e dopo ben 3 anni giungono fino a noi: le Navi Piramidali, motivo di interesse per quello che sarà il villain principale della campagna, Eramis.

La storia ci porta quindi su Europa, satellite di Giove, dove faremo la conoscenza dell’Ignota Exo, la quale ha bisogno del nostro aiuto per fermare la suddetta Eramis, che grazie alle Piramidi è riuscita ad imbrigliare la Stasi, un potere nato dall’oscurità.

La campagna di Destiny 2: Oltre la Luce è spalmata su 10 missioni durante le quali passeremo dal cacciare il nostro obiettivo al dedicarci al potenziamento del nostro alter-ego e ad una maggior varietà di situazioni da affrontare.

Perno focale della narrazione è caratterizzato da Variks, una nostra vecchia conoscenza doppiogiochista che qui giocherà un ruolo fondamentale e ci assegnerà le missioni per proseguire, lasciandoci sempre in un perenne dubbio su quelle che sono le sue intenzioni.

Narrativamente parlando la campagna risulta ben scritta e infarcita di cutscenes epiche e visivamente appaganti, che aiuteranno ad immergerci nelle atmosfere e a delineare la caratterizzazione di Eramis, la quale però non si discosta molto dagli archetipi del classico cattivo di Destiny, dove si rivela solo parte di qualcosa di più grande che scopriremo solo in futuro.

Destiny 2: Oltre la Luce

ABBRACCIA LA STASI

Grande novità è rappresentata dalla Stasi, un nuovo potere nato dall’oscurità ma che a conti fatti è basato sull‘elemento del ghiaccio, che si adatterà in modo diverso ad ognuna delle tre sottoclassi, prediligendo il controllo ai danni.

Ad esempio, lo Stregone Vincolatore dell’Ombra sarà in grado di evocare un bastone di Stasi col quale lanciare dardi congelanti e generare onde d’urto; il Titano Behemoth punterà sulla potenza tramite la Scossa Glaciale mentre invece il Cacciatore Revenant farà affidamento su Silenzio e Fragore, due kama di stasi col quale bloccare e danneggiare i nemici.

Nel complesso le nuove sottoclassi risultano divertenti da utilizzare ma occorrerà ulteriore tempo per padroneggiarle e per capire in che modo andranno ad impattare sul meta.

IN GIRO PER EUROPA

Destiny 2: Oltre la Luce introduce un nuovo pianeta, il satellite di Giove denominato Europa, caratterizzato da un’ambientazione gelida ed innevata, nella quale affronteremo gran parte delle missioni della campagna e dove potremo cimentarci in varie attività secondarie.

Il world building dedicato a questa nuova (enorme) area è di alto livello ed esplorarla è appagante nonché una gioia per gli occhi, grazie ad una direzione artistica di prim’ordine capace di regalare scorci mozzafiato o di immergerci in splendide aree chiuse.

Il tutto è ulteriormente migliorato grazie alle modifiche effettuate all‘engine dell’illuminazione, col risultato che le texture risultano più dettagliate e i colori più ricchi; vedremo su next gen con l’aggiornamento dell’8 dicembre quali risultati verranno raggiunti.

Destiny 2: Oltre la Luce

RAID

Per quanto concerne la nuova Incursione, elemento fondamentale per valutare le qualità dell’espansione, dovremo attendere il suo rilascio il 21 Novembre.
Al momento le uniche informazioni fornite da Bungie a riguardo sono legate al livello di potere necessario per affrontarlo, con un minimo assestato intorno ai 1230.






Leggi anche la recensione di Ombre dal Profondo

CONCLUSIONI: Destiny 2: Oltre la Luce è un'espansione solida e ricca di contenuti che abbraccia le esigenze sia dei veterani che dei nuovi giocatori, portando sul piatto ben tre sottoclassi che saranno in grade di alterare gli equilibri e donare varietà alla formula, ma prima di dare un giudizio definitivo sarà necessario mettere le mani sul nuovo Raid.

VOTO FINALE: N.D.

Le nuove sottoclassi sono promettenti

La componente narrativa è ben scritta, senza gridare al miracolo

Esplorare Europa è soddisfacente

Il giudizio sul Raid sarà fondamentale

La campagna in alcune situazioni è apparsa un po’ diluita

SCHEDA GIOCO

  • DATA RILASCIO: 10/11/20
  • GENERE: FPS, MMO
  • SVILUPPATORE: Bungie Studios
  • PUBLISHER: Bungie
  • PIATTAFORME: PS4, PC, Stadia, Xbox One, PS5, Xbox Series X, Xbox Series S
ULTIME NEWS






Tag:, ,

Lascia un commento