DYLAN DOG N.348 “LA MANO SBAGLIATA”

FUMETTI

USCITA: 28/08/2015 -- SOGGETTO E SCENEGGIATURA: BARBARA BARALDI -- DISEGNI: NCOLA MARI -- COPERTINA: ANGELO STANO -- CASA EDITRICE: SERGIO BONELLI

DYLAN DOG: I QUADRI CHE DONANO LA MORTE

copertina dylan 348Eccoci puntualmente qui per parlarvi della nuova avventura dell’indagatore dell’incubo.
Il nostro amato Dylan, in questa nuova storia, avrà a che fare con misteriosi delitti legati in modo inquietante a dei dipinti che ne prevedono l’esito ed il macabro finale! Andiamo dunque a scoprire insieme l’albo numero 348 intitolato “La mano sbagliata”.
Quando recensisco un fumetto, lo faccio sempre con un po di timore per paura di rivelare troppo e rovinare la sorpresa e il piacere di leggerlo a qualcuno di voi, cercherò quindi come sempre di non addentrarmi troppo dentro i particolari, giusto qualcosa per farvi venire voglia di correre in edicola a comprare il nuovo Dylan.
Il merito di questa ennesima e appassionate storia di Dylan Dog lo dobbiamo al lavoro del team Bonelli che in questo albo annovera i disegni di Nicola Mari, disegnatore oramai affermato dal tratto particolarmente cupo e uno stile di disegno che dona alle sue tavole grande profondità, la sceneggiatura di Barbara Baraldi,che per questo numero mi ricorda lo stile di Profondo Rosso (il capolavoro di Dario Argento), anche le due storie hanno ben poco in comune… E soprattutto, non me ne voglia la Baraldi, ma il divario tra il valore delle due opere è comunque enorme! Infine la copertina invece è confezionata dal ormai specialista Angelo Stano.
La cliente che ingaggerà il signor Dog in questo episodio sarà l’affascinante (tanto per cambiare) Anita Novak, una pittrice di fama internazionale molto discussa e stimata per il suo genere di arte; una donna fragile dal passato torbido segnato da un tragico e misterioso incidente. Ad animare, aggiungere pepe e ulteriore mistero a questa storia, abbiamo anche un altra donna bellissima, l’enigmatica e affascinante Rita Leigh una pittrice altrettanto famosa che si pone esattamente in contrapposizione ad Anita in tutto e per tutto.

tavola dylan 348
tavola dylan 348

Chi si celerà dietro a questi macabri omicidi? Tocca a voi scoprirlo: preparatevi ad un viaggio nei meandri della follia umana perché il finale è tutto da scoprire e per nulla scontato!

6

Discreto

Videogiocatore già dalla tenera età di 5 anni (ricorda ancora quando accompagnava suo nonno a giocare a carte al bar nel pomeriggio e si spendeva le 1000 lire che gli regalava al videogioco di turno.) dopo anni di sacrifici e sogni infranti riuscì ad avere la sua prima macchina da gioco casalinga, aveva 11 anni ed era un bellissimo Commodore 128. Amante del fantasy in tutte le sue sfumature, tanto da sognare di vivere un giorno nella terra di mezzo oppure di studiare a Hogwarts, terribilmente malato di MMORPG, una piaga che lo colpì quando iniziò a giocare a Dark Age of Camelot nelle fantastiche foreste di Hibernia.

Lost Password

Sign Up