FALLOUT SHELTER

VIDEOGAMES

FALLOUT SHELTER: COME SOPRAVVIVERE SOTTOTERRA, MA CON STILE!

Novembre 2015. Fatevi un appunto, mettete un allarme all’agenda del telefono, fate quello che volete basta vi ricordiate che il decimo giorno di quel fatidico mese tornerà finalmente Fallout a deliziarci con il suo mondo post-apocalittico. Come? Ora siete in trepidante attesa? Bene, vuol dire che vi sentite come il sottoscritto!!!
Ma siccome non sono così cattivo da farvi venire la voglia di Fallout e lasciarvi a salivare ansiosi fino a novembre, vi invito a prendere smartphone e tablet e andare sullo store digitale e cercare la risposta alla vostra ansia da radiazioni: Fallout Shelter!


L’ATTESA PER FALLOUT 4 SARA’ MENO DURA GRAZIE A FALLOUT SHELTER!


Rimettete pure nell’armadio la vostra tuta da esploratore, in questo Fallout portatile sarete messi a capo di un Vault, una di quelle strutture sotterranee in cui ci si rifugia nella saga per sopravvivere alla guerra nucleare (si lo so che sapete cosa è un Vault, ma se qualcuno non lo ricordasse?). In questo nuovo ruolo, dovremo riuscire a far prosperare la nostra piccola comunità, cercando di soddisfare ogni sua necessità e proteggendola dalle incursioni di predoni del deserto e dai temuti attacchi dei mostruosi deathclaws.
Ammetto che la storia non è il massimo in Fallout Shelter, ma facendo parte di un contesto narrativo così conosciuto e già abbondantemente spiegato non è parso (a ragione) necessario inventarsi una nuova trama. Il vero fascino di questo giochino risiede nella propria capacità gestionale, nell’essere in grado di fornire ad ogni abitante il giusto compito e mantenere alto il suo morale, per evitare quelle fastidiose rivolte che possono rovinare la giornata ad ogni buon supervisore.

In Fallout Shelter avremo da tenere sotto controllo tre risorse: elettricità, cibo ed acqua. La prima serve per alimentare tutto il nostro Vault, fornendo luce ma soprattutto mantenendo in funzione i macchinari produttivi del nostro rifugio; saranno proprio questi impianti a fornire il cibo e l’acqua, che verranno prodotti in apposite camere che dovremo costruire. Naturalmente all’aumentare della superficie del nostro Vault servirà un maggior apporto di corrente, così come aumentando la popolazione verranno consumati più cibo ed acqua; per far fronte alla crescente richiesta di risorse potremo scegliere se upgradare le stanze di produzione già in funzione o se crearne di nuove. Personalmente ho cercato sempre di migliorare prima le strutture già in mio possesso, le quali possono quindi ospitare più addetti e generare più risorsa; arriva un momento, però, in cui si rivela necessario costruire una nuova camera di produzione. In tal caso, se possibile, dovremmo cercare di posizionarla accanto ad una stanza simile, in modo da poter ottenere un piccolo bonus ma soprattutto per godere visivamente delle modifiche grafiche alle due camere!
Come dicevamo prima, attenzione a non far scarseggiare le risorse o i sopravvissuti affamati e assetati cominceranno a perdere fiducia in voi, e senza sufficiente corrente le stanze di produzione inizieranno a disattivarsi, a partire dalle più lontane dalla stanza dei generatori!

Ma in tutto questo, come si comportano i sopravvissuti? Per offrire al giocatore una sensazione di familiarità con la saga, Fallout Shelter ripropone il sistema di statistiche S.P.E.C.I.A.L.; in questo modo, ogni personaggio avrà delle proprie caratteristiche che lo renderanno adatto ad un particolare impiego, ad esempio un alto livello di percezione (P) è indicato per lavorare presso le pompe per l’acqua.

Aver abitanti del Vault addestrati ed assegnati al giusto compito è fondamentale, riesce a fornire al nostro rifugio una sempre maggior possibilità di sopravvivere e prosperare.
Alcuni abitanti dovranno però sacrificarsi e lasciare il Vault, per esplorare le desolate lande radioattive alla ricerca di nuove armi e divise, oltre che cercare nuovi sopravvissuti per popolare il rifugio; è importante arricchire di sopravvissuti il nostro piccolo regno, in modo da poter avere sempre degli operai disponibili. Per ottenere nuovi abitanti ci sono due modi: farsi conoscere nel mondo circostante (tramite gli esploratori o costruendo stanze radio) oppure portando un uomo e una donna in un dormitorio e garantire loro un minimo di intimità (no Fallout shelter non è la versione mobile di Uomini e donne, tranquilli!). Nel secondo caso, una volta sbocciato l’amore, i due piccioncini concepiranno un figlio che in breve tempo diventerà un nuovo, produttivo membro della nostra società sotterranea.

Fallout Shelter è un gioco apparentemente semplice, ma il saper gestire con accuratezza il capitale umano a nostra disposizione può rivelarsi più dura del previsto, ma anche estremamente divertente; ogni operaio mostrerà visivamente il proprio gradimento nel lavoro svolto, palesando felicità o amarezza nei nostri confronti.
È interessante cimentarsi finalmente con un nuovo aspetto del fantastico mondo di Fallout, e devo ammettere che fare il supervisore non è niente male! A rendere ancora più entusiasmante questo ottimo gioco è una grafica che ricalca fedelmente lo stile cartoonistico dei manifesti del Pip-boy (se non sapete di cosa parlo, lasciate immediatamente questo sito!!!), con i personaggi più simili ad un cartone animato che a persone vere. Anche il filmato introduttivo alla creazione del nostro Vault è presa direttamente dall’immenso lore di Fallout, il che aumenta notevolmente il senso di appartenenza a questo universo narrativo; sia il filmato che la grafica di gioco sono stati realizzati splendidamente, riuscendo a fornire un impatto visivo di tutto rispetto anche su dispositivi mobili, in piena continuità con l’ottima produzione della Bethesda. Personalmente ho provato Fallout Shelter su un Samsung S5 con Androdi 5.0 e non ho mai notato nessun problema di caricamento o di freeze, neanche uno scatto passando dalla visuale estesa a quella più precisa di una dettagliata stanza; tenendo una visuale di media distanza ho potuto deliziarmi nel vedere i mie sottomessi schiavi (scusate, delirio da sovrintendente) muoversi nel svolgere le loro mansioni, godendo del senso di profondità delle stanze, tutte ottimamente disegnate e animate con effetti davvero realistici e divertenti.


FALLOUT SHELTER E’ UN GIOCO DIVERTENTE E SPLENDIDAMENTE REALIZZATO, IN PIENO STILE BETHESDA


Fallout Shelter è un ottimo titolo mobile, gratuito (anche se offre la possibilità di acquisti in app) e che può contare comunque sulla solidità di un marchio ormai universalmente noto nel mondo gamer. Questo gestionale potrebbe anche essere un ottimo punto di inizio per chi ancora non conoscesse il mondo del dopobomba di Fallout, così da preparsi per l’arrivo di Fallout4 a novembre (e ricomincia l’hype, dannazione!)

Fallout shelter porta sui nostri smartphone un pezzo di Fallout, in modo divertente e sotto una nuova ottica. Bethesda ha nuovamente dimostrato di saper realizzare giochi di ottima fattura, cimentandosi con successo anche nel mercato mobile. SPASSOSO

SCHEDA GIOCO

  • RILASCIATO: Agosto 2015
  • GENERE: Gestionale
  • SVILUPPATORE: Bethesda Softworks
  • PUBLISHER: Bethesda Softworks
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 VIDEOGIOCHI DEL MESE

No items found.

Good

  • Grafica impressionante
  • Ottime animazioni
  • Tante stanze tra cui scegliere
  • Gratuito
  • Acquisti in app non invasivi

Bad

  • Alla lunga potrebbe annoiare
8.5

Ottimo

Inviato Speciale e Nerd di alto lignaggio, le sue prime parole sono state “spazio, ultima frontiera”; ha indagato nei misteri della galassia con R. Daneel Oliwav e cavalcato vermi delle sabbie su Dune, salvo poi venire arruolato nella Flotta Stellare e arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Esperto di Warhammer 40k, Star Trek e Star Wars,appassionato di rpg, rts e fps, vi mostrerà cose che voi nerd non potreste immaginare.
Average User Rating
8.4
2 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password

Sign Up