SASSARI COSPLAY: INTERVISA A LAURA BRAGA – Intervista

INTERVISTE

SASSARI COSPLAY: INTERVISTA A LAURA BRAGA

Oggi per le interviste di Nerdgate, abbiamo il piacere di avere qui con noi Laura Braga, nota fumettista e illustratrice italiana.

Nata a Verona, vive in Sardegna, e la sua passione l’ha portata a frequentare la Scuola Internazionale di Comics, Disney Academy.

I suoi primi lavori professionali sono datati 1999 con alcuni storyboard artist per spot televisivi, in seguito, ha lavorato come artista di fumetti, illustratore e colorista per alcuni dei principali editori italiani, franco-belga e spagnolo.
Nel 2005 ha incontrato e collaborato con Milo Manara, la cui influenza ha portato Laura ad uno stile più realistico, in seguito dal 2012-2014, è diventata l’artista regolare per Witchblade della Top Cow; attualmente sta lavorando per la Marvel Comics e DC Comics.

”Siamo qui con Laura Braga! È un vero piacere averti qui con noi!”

LAURA: “Ciao a tutti!”

“Come hai iniziato la tua carriera?”

LAURA: ”Ho iniziato da giovanissima facendo un altro tipo di lavoro, storyboard per pubblicità televisive, in seguito ho lavorato per la Mondadori Ragazzi dove avevo uno stile di disegno meno realistico rispetto a quello che ho ora, un po’ più cartoon diciamo, dovuto anche al pubblico molto giovane a cui ci si riferiva, successivamente dopo l’incontro con Milo Manara mi sono avvicinata a uno stile più realistico e ho capito che questo tipo di realismo mi dava più soddisfazione.”

“Cosa ne pensi dei fumetti moderni e dei fumetti dell’era Golden Age?”

LAURA: ”Penso che quelli moderni stiano cercando di rimescolare  un po’ tutto, alla fine tutti gli universi sono stati stravolti, rivisti. Penso che oramai tutte le case editrici da quella più piccola alle major stiano cercando di avvalersi di tutti gli stili, ad esempio gli anime, i videogames, le serie Tv, addirittura adesso alcune testate escono in contemporanea ai propri film, si in somma cercano di spazziare.”

“Se potessi riportare in vita un fumetto con il tuo stile personale, quale sarebbe?”

LAURA: “Queste sono le domande più difficili, ma direi il primo fumetto a cui ho lavorato e che purtroppo un anno e mezzo fa ha chiuso, Witch Blade della Topcow, a cui sono particolarmente legata.”

“Che progetti hai per il futuro?”

LAURA: ”Adesso sto lavorando per la DC Comics sulla testata BombShells e anche per alcuni progetti singoli della Marvel Comics. Nel futuro mi piacerebbe poter continuare a lavorare su personaggi che mi piacciono di queste case editrici.

“Che dire, grazie mille Laura, ti auguriamo di realizzare tutti i tuoi progetti lavorativi, tantissimi complimenti da tutta la redazione di Nerdgate!”

LAURA: ”Grazie a voi è stato un piacere!

Intervista a cura di Matteo Sanna Aka Sinestro Team Renegades

Facebook

Sito Web

Twitter

Videogiocatore già dalla tenera età di 5 anni (ricorda ancora quando accompagnava suo nonno a giocare a carte al bar nel pomeriggio e si spendeva le 1000 lire che gli regalava al videogioco di turno.) dopo anni di sacrifici e sogni infranti riuscì ad avere la sua prima macchina da gioco casalinga, aveva 11 anni ed era un bellissimo Commodore 128. Amante del fantasy in tutte le sue sfumature, tanto da sognare di vivere un giorno nella terra di mezzo oppure di studiare a Hogwarts, terribilmente malato di MMORPG, una piaga che lo colpì quando iniziò a giocare a Dark Age of Camelot nelle fantastiche foreste di Hibernia.

Lost Password