My Hero Academia The Movie 2-Heroes Rising: recensione

Il secondo film sui supereroi più amati del momento

Luca Malagnini 31 Dic 2020

Il 13 novembre avrebbe dovuto debuttare sul grande schermo qui in Italia il secondo film che vede protagonisti i possessori di quirk della Kohei Horikoshi, ovvero My Hero Academia The Movie 2 – Heroes Rising. Il lungometraggio sui supereroi più amati del momento però ha visto sfumare la propria uscita nei cinema italiani a causa delle giuste restrizioni dovute al COVID-19, e dunque , il 24 Dicembre, la vigilia di Natale, Netflix ci fa un bellissimo regalo, aggiungendolo al proprio catalogo. Oggi dunque vi parlerò del secondo film di My Hero Academia che, nel mio caso, ha dato un tocco di vivacità in più ad un Natale particolare e con numerose limitazioni.

Le vicende di questo film avvengono in seguito all’arco narrativo dell’Armata di Liberazione, presente per ora solamente nel manga; e vediamo gli studenti della 1A dello Yuhei alle prese con dei lavori in una isola del sud del Giappone. I ragazzi aiutano gli abitanti in un clima di serenità, che ben presto però è destinato a scomparire. Infatti dei Villain approdano nel paesino e i nostri eroi sono chiamati a fronteggiarli per sventare i piani del loro capo, Nine.

Il film sicuramente è ben realizzato, anche se con qualche nota negativa. Ad esempio la storia dei Villain introdotti, le cui azioni vengono giustificate da un passato che ci viene raccontato senza un particolare approfondimento. Nonostante ciò il character design dei nemici è realizzato magistralmente, sia nell’aspetto che nei loro quirk, uno dei quali richiama un altro potere già incontrato nella terza stagione della serie. Disegni e animazioni in particolare, risultano essere studiati e applicati alla perfezione, specialmente nei combattimenti che colpiscono anche grazie alla loro alta definizione. Si apprezza anche la decisione della Dynit di proporre un doppiaggio in italiano che rimane fedele a quello originale, con un’ottima interpretazione da parte dei doppiatori e alcune espressioni caratteristiche dell’opera della Horikoshi, specialmente alcune pronunciate da Bakugo. Un punto di forza importantissimo sta anche nella drammaticità di alcune scene, possibile grazie all’utilizzo di ottime animazioni, colonne sonore toccanti e una grandissima interpretazione da parte dei doppiatori, che sono riusciti a far risaltare le emozioni dei personaggi. L’aspetto più importante di questo lungometraggio sta però nel rapporto tra Bakugo e Deku, che verrà sicuramente ripreso nei prossimi volumi del manga, come si può osservare nel numero 29, che è in uscita in Giappone e di cui ci è stata svelata da poco la copertina .

CONCLUSIONI: In conclusione: il film è godibilissimo, ma vi consigliamo la visione solamente se siete in pari almeno con le stagioni dell'anime, ancora meglio se state leggendo il manga.

VOTO FINALE: 9

SCHEDA FILM

  • USCITA: 24/12/2020
  • GENERE: Azione
  • REGIA: Kenji Nagasaki
  • DURATA: 1:44
  • SCENEGGIATURA: Yōsuke Kuroda
ULTIME NEWS






Tag:, , , , , , , ,

Lascia un commento