SPECIALE WARHAMMER 40K: INQUISIZIONE (pt.2) – N-Files

N-FILES

INQUISIZIONE: LE ORIGINI SEGRETE

Segretezza. Questo è il vero potere dell’Inquisizione, un’arma pericolosa e letale che gli agenti degli Ordo non temono di usare, agendo nell’ombra. Come dall’ombra è nata la stessa Inquisizione, figlia di un’epoca di tumulti e tradimenti, di nemici un tempo alleati, corrotti e piegati da poteri che solo l’Imperatore, nella sua infinita, saggezza conosceva. Eppure, la conoscenza è , ironicamente, una delle basi su cui si fonda l’Inquisizione, anche se le sue origini sono da sempre uno dei misteri meglio custoditi dell’Imperium; perfino all’interno della stessa Inquisizione esistono due diverse forze, una che cerca di scoprire e rivelare la verità sulla nascita degli Ordo eliminando leggende e falsità (Ordo Originatus) e una fazione opposta che lotta per mantenere quanto più mistero sui primi passi degli Inquisitori (Ordo Redactus).


LE ORIGINI DELL’INQUISIZIONE SONO UNO DEI SEGRETI MEGLIO CUSTODITI DELL’IMPERIUM

 

Esiste tuttavia una figura leggendaria che possiamo considerare il padre dell’Inquisizione: Malcador, il Sigillita.

Fedele e devoto servo dell’Imperatore durante i difficili anni dell’Eresia di Horus, Malcador venne incaricato, in quanto Reggente della Terra, di creare formare un manipolo di uomini devoti al Trono Imperiali, leali, coraggiosi e dalla mente adamantina per difendere l’Imperium dalla minaccia di Horus; Isstavan III era appena accaduto, l’eco del Massacro di Istvaan era appena giunta sulla Terra, ma subito fu chiaro che la minaccia di Horus andava gestita in modo diverso. Il primo passo di Malcador fu quello di reclutare 12 uomini, 8 Astartes (guidati da Nathaniel Garro, che divennero il nucleo dei nascenti Cavalieri Grigi) e 4 Lord Imperiali (che costituirono il conclave dell’Inquisizione). Questi eroi riuscirono ad attraversare il peggio del combattimento della Battaglia della Terra per giungere al Palazzo Imperiale e giurare fedeltà al Trono della Terra; alcune leggende ricorrono a nomi impossibili, creano miti ingannevoli, ma la verità è che questi 12 simboli di fedeltà imperiali furono i capostipiti dell’Inquisizione. La verità è che quegli otto Astartes divennero il primo e più sodale braccio armato dell’Inquisizione!

Questo alone di mistero che segue l’Inquisizione fin dalla sua nascita è diventato lo scudo dietro cui si rifugiano gli stessi Inquisitori, facendo spesso pensare che l’Inquisizione sia una leggenda. Non esistono tracce delle azioni degli Ordo, non ci sono documentazioni tranne quelle custodite negli archivi degli Ordos stessi; i testimoni vengono fatti tacere, tramite amnesie telepaticamente indotte o con l’assassinio. Eppure per le menti argute esistono segni rivelatori della presenza di agenti dell’Inquisizione all’opera; per alcuni il loro operato è legato a grandi eventi nella storia dell’Imperium, come per la Seconda Fondazione, la Decapitazione o la Caduta di Nova Terra. Esistono prove di intere schiere di funzionari dell’Adeptus Terra scomparsi, uccisi o misteriosamente deceduti, con documenti spariti e blocchi agli archivi che sono la potenza dell’Inquisizione poteva stabilire. Cercare notizie sulle origini e l’operato dell’Inquisizione può portare ad una vita priva di risultati o alla scoperta di segreti che possono costare la vita. Nulla sfugge all’Inquisizione!

Storicamente si tende ad associare l’attuale forma dell’Inquisizione con la nascita formale del Credo Imperiale (32 millennio), anche se l’apparato e le componenti essenziali (le Navi Nere, le Cacciatrici di Steghe delle Sorelle del Silenzio) erano già operanti nell’Imperium da secoli, addirittura dall’epoca della Grande Crociata, prima ancora dell’Eresia di Horus. Prima abbiamo citato i Cavalieri Grigi, comandati inizialmente da Nathaniel Garro, che erano anche noti come Cacciatori di Demoni, tanto che divennero il braccio armato di uno dei primi due Ordo, il Malleus, che si affiancava all’Ordo Xenos (dedito alla persecuzione delle minacce di tipo alieno), mentre il terzo Ordo, Hereticus, venne creato nel 36 millennio durante l’Era dell’Apostasia.

Fin dall’inizio una delle mire dell’Inquisizione è quella di riportare l’Imperatore nella sua forma mortale, così che possa tornare a governare l’Imperium. Subito dopo l’invasione della Terra da parte di Horus e l’internamento dell’Imperatore nel Trono Dorato, l’Imperium rischiava di cadere in frantumi. Quattro fedeli seguaci dell’Imperatore durante la creazione dello stesso Imperium si riunirono per impedire questa tragedia; secondo due convenuti, l’Imperium sarebbe caduto senza l’autorità imperiale, mentre gli altri erano convinti che l’Imperatore fosse progredito in uno stadio successivo, accedendo ad un piano d’esistenza superiore e che fosse blasfemo interferire con gli eventi. I due fautori della resurrezione (i cui nomi erano Promeus e Moriana) lasciarono la Terra in cerca di un modo di rianimare il proprio Imperatore, mentre i due rimasti si insediarono rapidamente costituendo un nuovo Senatorum Imperialis. Considerati dai Primarchi dei servi fedeli, iniziarono subito a cercare un modo di impedire ai due colleghi la possibilità di fare risorgere l’Imperatore, e decisero di sfruttare l’autorità data da Malcador al primo nucleo dell’Inquisizione.

Ottenuto il consenso dei Primarchi, i due divennero i primi due Inquisitori, e dopo avere imposto la loro autorità sugli Alti Lord iniziarono il reclutamento; fu processo lungo, che non videro compiersi, dato che la vera forza dell’Inquisizione iniziò a manifestarsi solo dal 32 millennio. Nel frattempo, Promeus e Moriana non erano intenzionati a rinunciare alla propria visione, e raccolsero attorno a sé quei culti e quelle sette che, segretamente, avevano sempre adorato l’Imperatore nella sua accezione divina; venne però il momento in cui Moriana si disse disposta a tutto pur di raggiungere il proprio scopo, anche ricorrere ai Poteri Perniciosi. Deciso a fermare questo abominio, Promeus creò un piccolo esercito per fermare Moriana, fino a sconfiggerla e costringerla alla fuga, si presume nell’Occhio del Terrore. Nel frattempo l’Inquisizione aveva iniziato ad espandere la propria influenza anche oltre alla Terra, e col passare dei secoli l’iniziale ideologia di Promesu e Moriana era stata dimenticata; durante i reclutamenti di forze affini, l’Inquisizione incrociò i Promeani, mentre erano intenti a combattere una setta di adoratori del Caos. Visto il loro zelo, l’Inquisizione li aiutò nella battaglai, al termine della quale inglobò nel suo organico i Promeani. Ironia del destino, l’Inquisizione aveva accolto il primo nucleo di quella che sarebbe diventata la fazione degli Inqusitori resurrezionalisti.

Queste sono state le origini dell’Inquisizioni, una conoscenza che vi conviene custodire con estrema cautela. La prossima settimana scopriremo quali siano gli Ordos in cui sono divisi gli Inquisitori.


Inviato Speciale e Nerd di alto lignaggio, le sue prime parole sono state “spazio, ultima frontiera”; ha indagato nei misteri della galassia con R. Daneel Oliwav e cavalcato vermi delle sabbie su Dune, salvo poi venire arruolato nella Flotta Stellare e arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Esperto di Warhammer 40k, Star Trek e Star Wars,appassionato di rpg, rts e fps, vi mostrerà cose che voi nerd non potreste immaginare.

Lost Password

Sign Up