Xiaomi MiBand 3 – Recensione

XIAOMI MIBAND 3: BENE, MA NON BENISSIMO!

Come ogni anno Xiaomi lancia sul mercato il nuovo modello della MiBand arrivata ormai alla versione 3, l’attesa per la nuova smartband del colosso cinese è sempre motivo di discussione tra i vari appassionati.

La confezione della MiBand 3 è all’insegna della continuità, infatti dentro troviamo oltre alla Band il cinturino in gomma, caricabatterie con ingresso proprietario e manuale di istruzioni.

Xiaomi MiBan 3 Recensione

Il design è complessivamente uguale alla versione 2, un look ormai iconico. Ma troviamo comunque delle migliorie: il bracciale sembra fatto decisamente meglio, l’aggancio sembra più robusto e solido e lo spazio dove va inserita la Mi Band pare sagomato con più precisione.

Il corpo centrale è più grande, che permette un display più ampio, un sensore di battito cardiaco maggiormente sporgente. Forse non una scelta azzeccata per un prodotto che deve essere indossato quotidianamente al polso.

Ottima invece la certificazione che aumenta fino a 50m la possibilità di immersione in acqua della MiBand 3.

Xiaomi MiBan 3 Recensione

Non abbiamo tante novità sotto il cofano, il Bluetooth passa alla versione 4.2 e non abbiamo ancora ne il Wi-Fi ne GPS, ma per la fascia di prezzo va bene cosi. Ovviamente non abbiamo né microfono, speaker e NFC, il sensore per il battito cardiaco ora supporta la registrazione in modo continuo del battito.

Xiaomi MiBan 3 Recensione

Come detto il Display è più grande, un POLED da 0.78” con una risoluzione di 128 x 80 pollici. La superficie è chiaramente touch che ci permette di scorrere le poche voci del menù. Ma l’aspetto senza dubbio più negativo è la visibilità, praticamente inesistente, sotto la luce del sole, cosa assolutamente paradossale per un prodotto fatto per monitorare la nostra attività fisica soprattutto all’aperto.

Xiaomi MiBan 3 Recensione

La batteria è da 110 mAh, con una durata media di 22 gironi (dichiarati da Xiaomi), l’autonomia può variare in base a quanto viene usato il sensore, che diventano solo 5 giorni in caso di uso prolungato e giornaliero.

 

Xiaomi MiBan 3 Recensione

Il software che gestisce tutto è la solita app di Xiaomi, la MiFit già localizzata in Italiano, dove sarà possibile gestire la MiBand 3 nella sua totalità.

Dopo aver fatto l’accoppiamento con il vostro smartphone (tenete sotto mano la vecchia MiBand, perché altrimenti, come nel mio caso, sarete costretti a creare un nuovo account, dato che prima di registrare un dispositivo uguale dovete cancellare l’altro…ASSURDO!) e impostato il vostro profilo (se già non ne avete uno..) Potrete impostare le notifiche delle applicazioni, inserire su quale polso avete la MiBand, mettere la sveglia, ecc.

xiaomi miband 3

Ovviamente potrete monitorare la vostra attività fisica, controllare le ore di sonno e impostare dei traguardi giornalieri, come passi e calorie bruciate.

La MiBand 3 è un buon aggiornamento, non stravolge il modello precedente e fa tutto molto bene. Peccato davvero per il difetto, assolutamente imperdonabile, del display inutilizzabile sotto il sole o con gli occhiali polarizzati.
La qualità prezzo è senza dubbio la sua arma migliore.
Comunque CONSIGLIATA.

Good

  • Ottima Qualità.
  • Prezzo Competitivo.
  • Braccialetto non crea irritazioni alla pelle.

Bad

  • Il display non si vede sotto al sole.
  • Il display non si vede con gli occhiali polarizzati.
  • Non molta differenza con il modello precedente.
7

Buono

Lost Password