Yona la principessa scarlatta – riepilogo e analisi dell’ultimo volume

Yona la principessa scarlatta – riepilogo e analisi dell’ultimo volume

Yona la principessa scarlatta (暁のヨナ Akatsuki no Yona, lett. “Yona dell’alba”) viene pubblicato in Italia a partire dal settembre del 2018 grazie alla Star Comics.

È un manga shōjo di grande successo scritto e disegnato da Mizuho Kusanagi e pubblicato in Giappone a partire dal 2009, successo che ha portato anche alla realizzazione di un anime trasmesso tra il 2014 e il 2015.

La trama del manga ci racconta le avventure della giovane Yona, principessa del regno di Koka, cresciuta dall’affetto del gentile Re Il, la loro vita trascorre serena fino al sedicesimo compleanno della ragazza. Proprio quella notte il Re viene assassinato da Suwon, cugino della principessa di cui lei è innamorata. Costretta quindi a scappare dal castello, grazie anche all’aiuto di Hak (amico di infanzia e guardia del corpo) si reca dal sacerdote Iksu che rivelerà ai nostri protagonisti la leggenda del Re Hiryuu e dei Quattro Draghi. Dopo aver superato svariate difficoltà, la principessa riesce a riunire i Quattro Draghi (Kija il drago bianco, Jaeha il drago verde, Shin-ah il drago blu, e Zeno il drago giallo) e insieme a loro decide di impugnare le armi per difendere il suo regno.

Nei capitoli precedenti il nostro gruppo si reca nella Tribù del Fuoco, notano che gli abitanti di quella terra arida sono gravati da tasse esose e vivono di stenti; per proteggere il suo popolo dalle ingiustizie degli ufficiali Yona e i suoi iniziano a prendere il controllo di vari villaggi fingendosi un gruppo di briganti. A catturarli viene inviato Taejun, il secondo figlio del capo della tribù. Questi che era depresso perché convinto di aver ucciso la principessa tra le montagne del nord, è felicissimo di rincontrarla sana e salva e, seguendo il suo esempio, decide di impegnarsi nella missione di proteggere il popolo. Yona, che ha fiducia in lui, gli affida la tribù del fuoco e, per risolvere il problema della carenza dei viveri, parte con i suoi alla ricerca di prodotti da poter coltivare anche in un territorio arido.

Questo volume si apre con un trowback di ben due capitoli in cui vediamo le avventure di una piccola Yona (6 anni) e dei sui amici più fidati Hak e Suwon (9 anni) per le strade della città, infatti i due convincono la principessa ad uscire dal castello per vedere cosa c’è al di fuori delle mura in cui vive. Dopo poco però la nostra piccola principessa si distacca dal gruppo e viene rapita, così partono le ricerche e Hak e soprattutto Suwon si attivano per ritrovarla chiedendo aiuto al signor Ogi, si scopre infatti che Suwon chiamato “Won” dalle persone del posto è solito recarsi in città di nascosto e ha fatto amicizia un po’ con tutti. La ricerca termina con successo e la piccola Yona riesce a riabbracciare Hak, il capitolo 61 si conclude poi con una tenera chiacchierata tra i nostri piccoli amici che si confessano la stima reciproca, Suwon infatti rivela ad Hak di voler diventare come lui da grande.

Nel capitolo 62 torniamo alla storia in corso, il nostro gruppo di amici sta decidendo la prossima meta e nel frattempo assistiamo all’allenamento di Yona, e a una chiacchierata tra la nostra “Bestia del fulmine” e il dragone giallo Zeno ( il più misterioso della compagnia). Il capitolo 63 si apre con la decisione di Yun, propone infatti di far attraversare il confine e portare tutti nell’Impero Kai, spinto dall’interesse per quella terra famosa per avere zone molto più aride e con climi più freddi della tribù del fuoco, in modo tale da scoprire qualcosa sulle loro tecniche di coltura e in generale spinto dalla curiosità per quel regno.

In questi 3 capitoli finali seguiamo i nostri eroi nel viaggio per raggiungere l’impero Kai, vengono facilmente scoperti quando incontrano una ragazza lungo la via distesa sulla strada per la troppa fatica, fingendosi degli artisti girovaghi raggiungono quindi il villaggio di Senri dove Yun scoprirà le spighe di Iza resistenti al terreno arido di quelle terre e i nostri amici assisteranno alla tradizionale festa Placa-fuoco. Il villaggio sito in terra di confine tra i due regni negli anni ha vissuto le varie lotte tra l’impero Kai e il regno di Koka, la festa è quindi una preghiera affinché le battaglie e il fuoco non raggiungano più quelle terre.

Tra i momenti più emozionanti del volume troviamo nell’ultimo capitolo la bellissima danza di Yona durante la festa Placa-fuoco. In questo volume riusciamo già a carpire l’evolversi delle emozioni tra la nostra principessa e Hak, si inizia a percepire una certa gelosia molto velata di Yona nei confronti del suo amico di infanzia, e vediamo un Hak non più restio al contatto con la principessa.

Che finalmente il rapporto tra i due diventi più intimo fino al nascere di una storia? Penso sia quello che aspettiamo un po’ tutti a questo punto della storia, vedremo nei prossimi volumi come si evolverà e ovviamente i nuovi incontri e avventure che attendono i nostri amati personaggi in questa terra straniera.

Siamo arrivati all’undicesimo volume di questa serie, uscito lo scorso 27 Novembre al prezzo di 4,50 €, con cadenza mensile/bimestrale. Il prossimo volume ci aspetta il 29 Gennaio in tutte le fumetterie e i rivenditori autorizzati.

Leave a Reply

Lost Password