BATTLEFLEET GOTHIC LEVIATHAN – Recensione

VIDEOGAMES

BATTLEFLEET GOTHIC: LEVIATHAN

La guerra, una costante nel tormentato universo di WH40K, non si combatte solo sulla superficie di pianeti assassini. La guerra, nel 41° Millennio, si combatte anche nello spazio. Battlefleet Gothic: Leviathan vi da l’opportunità di guidare alla vittoria la Flotta Imperiale dal vostro smarthphone o tablet, mentre se avete voglia di cimentarvi con il vosto PC non trascurate Battlefleet Gothic: Armada!

Abbiamo già parlato molto dei giochi mobile basati sull’universo futuristico creato dalla Games Workshop. Titoli come Space Wolf o Freeblade, sono molto più di semplici giochini da usare aspettando la metro. Leviathan conferma la tendenza, proponendoci un prodotto complesso e molto ben dettagliato.

La prima cosa che c’è da notare parlando di Leviathan, è che siamo di fronte a una vera e propria conversione videoludica del boardgame. Non un videogame ispirato al gioco da tavolo, ma proprio il gioco da tavolo stesso, con le sue regole, i lanci di dado e tutto quanto.

La partita, ovviamente si svolgerà a turni. Prima si muovono le navi. Le classi più pesanti, per affrontare una virata, dovranno prima prendere un certo slancio, mentre le più leggere potranno virare a piacimento, a patto di rimanere in formazione, più o meno, serrata. Uscire dalla formazione farà perdere loro il vantaggio del numero e del fuoco combinato. Cattiva idea trovarsi ad affrontare una corazzata, stando a bordo di un guscio di noce spaziale! Muovendo, dovremo sempre tener di conto della gittata e dell’orientamento dei nostri armamenti, fondamentali per la fase successiva.


RIUSCIRA’ LA MARINA IMPERIALE A FERMARE LA SPAVENTOSA BIOFLOTTA LEVIATHAN?


Una volta mosse le nostre unità, passiamo alla fase di fuoco. E qui potremmo scatenare distruzione con svariati tipi di armi, convenzionali in dotazione a quasi tutti i tipi di vascelli, oppure speciali, montate solamente su alcuni tipi di classe. Inoltre, se ne siamo in possesso, potremo lanciare anche salve di siluri o squadroni di velivoli di supporto. Mentre i siluri lanciati da prua, orientati in uno stretto angolo di fuoco, proseguiranno in linea retta per più turni finché non colpiscono qualcosa (o vengono abbattuti), i velivoli di supporto potranno essere indirizzati verso uno specifico bersaglio o zona. Esistono due tipi di velivoli, i caccia (utili per intercettare siluri e altri velivoli) o i bombardieri (inutili contro bersagli piccoli ma ottimi per devastare le i grandi vascelli avversari) con i quali potremmo comporre a piacimento lo squadrone da lanciare.

Dopo la fase di fuoco, si passa alla riorganizzazione e all’assegnazione di ordini specifici. Gli ordini, attivabili solo dopo che l’equipaggio dell’unità avrà passato un tiro disciplina, permettono di ricaricare certi tipi di arma o i siluri, di avanzare a tutta manetta, di effettuare due virate invece che una, sacrificando potenza di fuoco e altre azioni del genere. Sono molto importanti nella pianificazione del turno. Passata anche questa fase, finisce il nostro turno e la palla passa all’avversario.

Tecnicamente, Battlefleet Gothic: Leviathan è molto ben realizzato. Le navi sono molto ben realizzate e caratterizzate, sia per la fazione imperiale, sia per la bioflotta tiranide. Si, perché la “trama” del gioco è proprio incentrata sui disperati tentativi della Marina Imperiale, aiutata poi anche dalla flotta degli Space Marines, di arrestare (o forse solo arginare…) l’avanzata di una mostruosa bioflotta, rinominata Leviathan.

La giocabilità è buona, i comandi sono molto ben spiegati e attuabili in maniera molto, a mio avviso, d’atmosfera. Ad esempio, per virare dovremmo girare col dito il timone, mentre la velocità sarà controllata scorrendo proprio sulla manetta della plancia di comando. Particolari divertenti, ma che, se giocate su schermi piccoli, provocare qualche imprecisione. Non un gran difetto, ma può essere irritante in alcuni frangenti, data la difficoltà piuttosto elevata e il bisogno di pianificare i turni con molta precisione.

Tolto questo piccolo difetto, credo che Battlefleet Gothic: Leviathan sia un gioco molto completo e ben fatto. Lo consiglio non soltanto agli appassionati di WH40K, ma anche a quelli di strategia, dato che Leviathan, per essere goduto appieno, ne richiede molta.

Alla prossima Gaters! #StayTuned!

Battlefleet Gothic: Leviathan è un gioco straordinario. Fedelissimo al boardgame, di cui è una precisa conversione, ci permette di giocare, anche in multiplayer, dove e quando ci viene voglia. Ottima grafica e buona profondità. peccato che non sia il massimo giocato su schermi piccoli!

SCHEDA GIOCO

  • RILASCIATO: 2016
  • GENERE: Strategico a Turni, Boardgame
  • SVILUPPATORE: Grand Cauldron
  • PUBLISHER: Google
  • PIATTAFORMA: Android, IOS
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 VIDEOGIOCHI DEL MESE

SEGUICI SU FEEDLY

follow us in feedly

Good

  • Grafica bella e dettagliata
  • Fedele al boardgame

Bad

  • Su schermi piccoli, alcuni comandi risultano scomodi
8.5

Ottimo

Classe 1979. Scrivo di videogiochi, fumetti e lifestyle. Ma anche di gdr, telefilm, film e cose. Soprattutto cose!
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password