DEADPOOL – Recensione

Manuel Enrico 19 Feb 2016

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

DEADPOOL: UN INTERO FILM DI RISATE

[/vc_column_text][vc_separator color=”custom” border_width=”4″ accent_color=”#dd3333″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]

Per chi ha letto i fumetti con protagonista Wade Wilson andare al cinema in questi giorni è obbligatorio; ammetto che quando hanno annunciato questa pellicola ho avuto un po’ di timore, memore del maltrattamento del personaggio fatto al tempo di Wolverine: Le origini, in cui Deadpool era stato presentato come un Frankenstein mutante senza avere praticamente nulla del personaggio. Se aggiungiamo a questo il fatto che è stato scelto lo stesso attore, Ryan Reynolds, la paura si faceva sempre più pressante.

Sono poi arrivati i trailer, i leaked e i poster promozionali e ho iniziato a ritrovare il mio adorato Wade, cominciando a sperare in un film degno di Deadpool.

Beh, lasciatemelo dire, Deadpool è probabilmente il più fedele cinecomic fin’ora uscito!

[/vc_column_text][vc_separator border_width=”3″][vc_column_text]

IL MUTANTE PIÙ SCANZONATO, IRONICO E FUORI DALLE RIGHE TORNA AL CINEMA CON UN FILM TUTTO SUO!

[/vc_column_text][vc_separator border_width=”3″][vc_column_text]

La trama è molto semplice: un cattivo ragazzo incontra una cattiva ragazza, si amano, il cattivo ragazzo si ammala gravemente, per curarsi si affida alla gente sbagliata, diventa un mutante deturpato e ora vuole vendetta.

Sembra assurdo, ma in Deadpool la storia è basilare perchè tutto il film ruota attorno al personaggio di Wade Wilson, che riesce a creare una situazione comica dietro l’altra senza sosta, ti fa ridere mentre spara a un nemico in testa, si diverte a esagerare sicuro del proprio fattore rigenerante. Se nella precedente comparsata nel mondo dei cinecomic Deadpool era un insulto, in questo suo secondo exploit è in gran forma; ha finalmente la sua tuta storica, combatte come lo si vede fare nei fumetti, usa e abusa dei suoi poteri anche in maniera estrema e sempre comica! Merito di questa ottima incarnazione è sicuramente di Ryan Reynolds, che riesce a dare vita al suo personaggio grazie alla propria mimica, visto che per quasi tutto il film il nostro eroe indossa la sua maschera; tutto nei movimenti di Reynolds ricorda Deadpool versione fumetto, dai movimenti più esagerati al modo quasi naturale con cui si rivolge allo spettatore. Letteralmente.

Perchè Deadpool da sempre infrange la quarta dimensione, quella barriera che separa il lettore dal fumetto che ha tra le mani; e in Deadpool Wade si rivolge spesso allo spettatore, strizza l’occhio al pubblico, ti coinvolge nel suo mondo al punto che senti davvero di farne parte. Ma l’interazione va oltre, la comicità di Deadpool non si fa problemi nel citare anche altri cinecomic legati al mondo mutante; dalle continue frecciatine all’amico/nemico Wolverine e al suo alter ego umano Hugh Jackman, alla battuta sulle tante facce del dottor Xavier e le mille linee temporali. Nulla viene risparmiato dal sarcasmo di Wade, che infierisce su spettatori e produzione, su armi che si scaricano e sui propri comprimari.

[/vc_column_text][vc_single_image image=”15684″ img_size=”full” alignment=”center”][vc_column_text]

Proprio i compagni di avventura di Deadpool sono una delle altre meraviglie di questa pellicola.

Se la fidanzata Vanessa (Morena Baccarin, sempre bellissima) riesce a tenergli testa in quanto a follia, il ruolo dell’amico deciso a rimetterlo in riga spetta nientemeno che a Colosso, che per tutto il film cercherà di rimettere Wade sulla buona strada del supereroe. Vedere come il metallico russo (cui il doppiaggio ha dato uno spiccato accento bolscevico, altro tocco comico) cerchi in ogni modo di fare la parte della coscienza è esilarante, soprattutto quando Deadpool si ostina a non ascoltarlo (memorabile il loro primo scontro, con le folli teorie di lotta di Wade!).

Accanto a Colosso compare Testata Mutante Negasonica, il personaggio non ha nulla del proprio originale cartaceo: se il personaggio di Morrison nei comics era una telepate e pre-cog (morta a Genosha), in Deadpool Ellie Phimster diventa una sorta di incrocio fra Cannonball e Nitro, generando delle esplosioni che può usare per spostamenti rapidi o come attacchi. Nonostante sia un personaggio completamente diverso, la sua presenza in Deadpool consente agli sceneggiatori di mettere Wade nello scomodo ruolo di esempio a cui non ambire, visto che Colosso ha il compito di addestrare la giovane, e come lezione vuole portare Deadpool nelle fila degli X-Men. I siparietti comici con protagonisti i tre sono da capogiro, offrono una serie di gag (a volte demenziali) davvero incredibili e da morire dal ridere!

[/vc_column_text][vc_single_image image=”15685″ img_size=”full” alignment=”center”][vc_column_text]

Effetto che hanno anche gli altri due amici di Wade, Weasel (il barista del ritrovo dei mercenari) e Blind Al, l’anziana coinquilina cieca di Wilson; l’interazione tra Deadpool e i due personaggi è sempre fonte di risate, non si risparmiano doppi sensi, volgarità e ironia, ma sempre con un timbro tale che non sfocia mai nell’eccesso, si esagera ma tenendo conto del limite imposto dal carattere del personaggio.

Menzione d’onore per il taxista indiano che diventa l’autista personale di Deadpool, un vero gregario che merita una standing ovation per il proprio ruolo, marginale ma comunque perfetto!

Perfino i cattivi fanno ridere, anche se involontariamente! Ajax, il nemico della pellicola, cerca di essere serio e crearsi un’immagine da duro, ma con quel suo accento inglese estremizzato risulta troppo comico da essere preso sul serio; allo stesso modo Angel Dust, la mutante forzuta che si scontrerà con Colosso, dovrebbe essere la tosta dei cattivi, eppure questa sua figura granitica viene incrinata dalle battute di Wade!

[/vc_column_text][vc_single_image image=”15686″ img_size=”full” alignment=”center”][vc_column_text]

Ma tutte queste risate, lasciano posto anche all’azione? Assolutamente si, anzi la estremizzano e ne esaltano la presenza! Sentire Deadpool canticchiare o auto-esaltarsi durante le sue scorribande è stupendo, se da un lato ridicolizza le sue gesta dall’altro serve a rendere meno pesante per gli stomaci deboli alcune scene piuttosto cruente. Dal punto di visto acrobatico, Deadpool non si risparmia, grazie alla bravura di regista e sceneggiatori per sapere sfruttare alla perfezioni le doti mutanti di Wade per delle scene adrenaliniche e esagerate!

Il tono divertente del film riesce a mettere il solito cameo di Stan Lee in una delle situazioni più hot del film, cosa che il Generalissimo ha sicuramente gradito: l’unica perplessità è il luogo dello scontro finale, dove compare un elemento del Marvel Cinematic Universe che è ancora dominio esclusivo di Marvel/Disney (mentre l’universo mutante cui appartiene Deadpool è ancora saldamente in mano alla Fox).

Ma le risate sono talmente tante che anche questo aspetto minore non ci ha minimamente urtati, perchè Deadpool è riuscito a portare al cinema alla perfezione lo spirito del Mercenario chiacchierone!

[/vc_column_text][vc_row_inner][vc_column_inner width=”1/6″][vc_icon icon_fontawesome=”fa fa-comments-o” color=”custom” size=”xl” align=”right” custom_color=”#dd3333″][/vc_column_inner][vc_column_inner width=”2/3″ css=”.vc_custom_1442608400482{margin: 30px !important;border-width: 30px !important;padding: 30px !important;background-color: #777777 !important;}”][vc_custom_heading text=”Deadpool è esagerato, adrenalinico, comico ed estremo, in una parola è Deadpool; ottima la regia, il cast, le musiche e soprattutto Ryan Reynolds, che sfrutta Wade per prendersi in giro e togliersi qualche soddisfazione. Non c’è un solo aspetto di Deadpool che non funzioni, rendendolo per assurdo il cinecomic più fedele allo spirito del personaggio dei comic ispiratore. ESILARANTE!” font_container=”tag:p|font_size:18|text_align:justify|color:%23ffffff” google_fonts=”font_family:Roboto%3A100%2C100italic%2C300%2C300italic%2Cregular%2Citalic%2C500%2C500italic%2C700%2C700italic%2C900%2C900italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal”][/vc_column_inner][vc_column_inner width=”1/6″][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_custom_heading text=”SCHEDA FILM” font_container=”tag:p|font_size:18|text_align:center|color:%23dd3333″ google_fonts=”font_family:Roboto%20Condensed%3A300%2C300italic%2Cregular%2Citalic%2C700%2C700italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal” css=”.vc_custom_1443638238443{padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;}”][vc_column_text]


  • RILASCIATO: 18.02.2016
  • GENERE: Cinecomic
  • DURATA: 108 minuti
  • REGIA: Tim Miller
  • SCRITTO DA: Fabian Nicieza e Rob Liefeld (fumetto), Rhett Reese e Paul Werrick

[/vc_column_text][vc_single_image image=”7737″ img_size=”full” alignment=”center” onclick=”custom_link” link=”https://www.facebook.com/Nerdgate?ref=hl”][vc_custom_heading text=”GALLERIA IMMAGINI FILM” font_container=”tag:p|font_size:18|text_align:center|color:%23dd3333″ google_fonts=”font_family:Roboto%20Condensed%3A300%2C300italic%2Cregular%2Citalic%2C700%2C700italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal” css=”.vc_custom_1443638384140{padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;}”][vc_row_inner][vc_column_inner][vc_gallery type=”image_grid” images=”15687,15688,15689″ css=”.vc_custom_1455873834193{margin-left: 15px !important;}”][/vc_column_inner][/vc_row_inner][vc_custom_heading text=”TOP 10 FILM” font_container=”tag:p|font_size:18|text_align:center|color:%23dd3333″ google_fonts=”font_family:Roboto%20Condensed%3A300%2C300italic%2Cregular%2Citalic%2C700%2C700italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal” css=”.vc_custom_1443638416861{padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;}”][ranking type=”reviews” date_posted=”month” per_page=”10″ display_site_rating=”1″ cats=”hub-film”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row]

un commento

  1. DDLEGION ha detto:

    L’ho visto da giorni….. e ogni tanto scoppio a ridere da solo senza apparente motivo.
    Ma immagino voi sappiate perchè !

Lascia un commento