Destiny 2 – Recensione

VIDEOGAMES

DESTINY 2: UNA STORIA DI CADUTE E RIVALSE 

Ne è passato di tempo da quando fu annunciato il primo Destiny. Stando alle prime dichiarazioni prometteva di essere un titolo enorme, che sarebbe durato almeno 10 anni. All’uscita però i giocatori si ritrovarono ben altro fra le mani, con una campagna monotona e piatta accompagnata da pochissime attività multigiocatore da fare. Un disastro. Poi arrivarono le espansioni, e con esse il gioco iniziò a prendere la forma che doveva avere fin dall’inizio, con tanti nuovi contenuti e bilanciamenti.

Oggi ci troviamo di fronte a Destiny 2, che segue le orme del predecessore senza stravolgere i fondamenti della saga.

 LA CADUTA DELLA CITTADELLA

Iniziamo analizzando l’elemento della saga che più di altri aveva bisogno di un deciso passo in avanti: la modalità storia. L’incipit ci metterà di fronte a un possente attacco Cabal che ci porterà a lasciare la Cittadella per trovare rifugio nella Zona Morta Europea. Rispetto al passato, è stato dato molto più risalto ai personaggi che troveremo lungo l’avventura, i quali risultano ben variegati e caratterizzati.
La storia ci porterà a viaggiare in lungo e in largo per l’universo, e le circa 12 ore necessarie a completarla scorreranno via in modo piacevole e fluido, grazie a un ritmo bilanciato e a qualche missione peculiare sotto il punto di vista del gameplay, che ci metterà alla guida di potenti veicoli. Il leader dei Cabal, Ghaul,si dimostra un ottimo villain, forte di una caratterizzazione che lo rende più profondo di quanto si possa pensare. Speriamo che questa qualità generale venga mantenuta anche per le espansioni che usciranno in futuro.

SCONTRO FRA GUARDIANI

Per quanto concerne la componente PvP di Destiny 2, il Crogiolo, le modifiche apportate rispetto al primo capitolo sono minime ma dal grande impatto. L’elemento più importante riguarda il numero di giocatori, che da 12 (6vs6) sono diventati 8, con la conseguenza che gli scontri risultano più serrati e meno caotici. L’altra grande modifica riguarda la distribuzione delle armi nell’inventario: ora i fucili di precisione e i fucili a pompa fanno parte delle “armi distruttive”, al pari dei lanciarazzi e delle spade. Se questo ha reso molto più rare le situazioni “one shot one kill”, ha anche reso queste armi una scelta molto più sconveniente di prima, cosa che non ho apprezzato appieno.

Al momento il Crogiolo è formato da 5 modalità, divise in due rami. Nelle partite amichevoli sarà possibile giocare Scontro, Supremazia e Controllo. Il ramo competitivo invece offrirà ai giocatori le modalità Sopravvivenza e Detonazione, nelle quali il gioco di squadra e la cooperazione saranno fondamentali.

ANCHE L’OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE

Se Destiny 2 non stupisce sotto il punto di vista grafico, riproponendo lo stesso motore di gioco limato a dovere, lo fa sotto il punto di vista artistico, regalandoci scorci pazzeschi e un design di armi e armature veramente incredibile. Le possibilità di personalizzazione saranno tantissime e permetteranno di creare un guardiano unico nell’aspetto. Per quanto riguarda le armi, oltre ad essere spesso una gioia per gli occhi, sono anche molto diversificate fra loro e restituiscono un feeling unico, grazie anche all’ottimo gunplay già presente nel primo capitolo.

E FINITA LA STORIA?

Una volta finita la campagna principale, in quanto mmo, Destiny 2 offre numerose attività endgame che saranno capaci di intrattenere i giocatori per numerose ore.
Sarà possibile ad esempio avventurarsi nella modalità Pattuglia, dove ci troveremo ad avere a che fare con delle zone open-world che pulluleranno di attività da fare, forzieri da raccogliere e nemici da sconfiggere, da soli o in compagnia.
Ritorna anche il Cala la Notte, modalità dalla forte difficoltà nella quale 3 giocatori dovranno cooperare per superare un livello pieno di nemici e arrivare a sconfiggere il boss finale.

L’attività più importante resta però l‘Incursione, nella quale 6 giocatori dovranno collaborare per sconfiggere vari boss, i più ostici di tutto il gioco, per i quali sarà necessario munirsi di cuffie e microfono per coordinarsi al meglio col proprio team.


Destiny 2 non stravolge la formula del primo capitolo, bensì lima tutti i difetti e accentua i pregi, portando sul mercato un titolo immenso, variegato e divertente grazie a un gameplay solido. Un acquisto obbligato per tutti gli amanti degli FPS.

SCHEDA GIOCO

  • RILASCIO: 06/09/2017
  • GENERE: FPS, MMO, Fantascienza
  • SVILUPPATORE: Bungie Studios
  • PUBLISHER: Activision
  • PIATTAFORMA: Playstation 4, Xbox One, PC
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 VIDEOGIOCHI DEL MESE

SEGUICI SU FEEDLY

follow us in feedly

Good

  • Campagna divertente e maestosa
  • Gameplay solido
  • Grande varietà di contenuti

Bad

  • L'Incursione non è entusiasmante
  • La nuova gestione delle armi nell'inventario
  • I 30 FPS
8

Ottimo

Classe 1996, nato con il joystick della Ps1 in mano avviando la carriera videoludica attraverso giochi del calibro di Spyro e Medievil. Amante di (quasi) tutto ciò che viene etichettato come “da nerd”, tenta ogni giorno una via di fuga dal mondo reale tramite videogiochi, film, fumetti e serie tv. Si sente segretamente Batman.
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Leave a Reply

Lost Password