Dracula: recensione della serie tv Netflix

Fabrizio Gallo 27 Gen 2020

Attenzione questa recensione contiene Spoiler!

Dracula è uno dei miei libri preferiti di tutti i tempi, quindi tendo a mettermi un po’ sulla difensiva quando qualcuno realizza un adattamento.

Prima di dire qualsiasi altra cosa, la ragione per cui ho dato la sufficienza e non di meno è per premiare l’unica nota positiva dell’intera serie : l’interpretazione di Claes Bang nelle vesti di Dracula che ci ha regalato una convincente interpretazione del Conte, davvero molto bravo.


MA PERCHÈ QUESTA MINISERIE SU DRACULA È COSI BRUTTA?


Episodio 1: In tutta onestà questo episodio mi è piaciuto. Apporta una serie di modifiche al libro mettendo dentro buone idee che alla fine risultano funzionali alla storia. Vediamo Jonathan Harker raccontare le sue esperienze presso il castello di Dracula. La prima parte del libro è proprio quella, ma invece di seguire il suo diario, fa un resoconto verbale. Nel corso dell’episodio scopriamo che un personaggio molto amato e rispettato come Van Helsing è donna e addirittura suora. Su questo punto non ho davvero alcun problema, ma l’intera scena del convento si è rivelata un misto di bruttezza e stupidità allo stesso tempo.

dracula-netflix


Episodio 2: Seguiamo Dracula a bordo della Demetra, la nave che lo porta da Varna a Whitby in Inghilterra. Nel libro questo episodio è una semplice nota a piè di pagina, raccontato sotto forma di articolo di giornale e del diario del capitano. In realtà ad un certo punto questo episodio mi è piaciuto abbastanza, in quanto mostra un maggiore sviluppo del personaggio di Dracula, ma è anche una sorta di CSI con indagini durante il viaggio. L’episodio è sia spaventoso che divertente, fino al momento del finale quando portano la serie ai giorni nostri. PERCHÉ?


Leggi anche 10 curiosità su Netflix


Episodio 3: A questo punto la serie poteva essere risolta tornando al libro. Invece no! L’episodio è stato interpretato come un brutto film di vampiri dove Dracula viene catturato e portato in una struttura di ricerca. Insomma a metà visione volevo spegnere la tv, ma avendo investito già 4 ore del mio tempo ormai dovevo vederlo fino alla fine. Vorrei non averlo fatto.

La morte di Dracula la considero essere l’ultimo insulto di questa miniserie.

CONCLUSIONI: Moffat e Gatis hanno seriamente smarrito la strada, non c'è motivo legittimo per cambiare un libro classico così tanto da renderlo quasi non identificabile. Anche il film di Dracula (1958) con Lee e Cushing si era allontanato dal libro, ma almeno erano rimasti il più vicino possibile al materiale originale."

VOTO FINALE: 6

  • Il dracula interpretato da Claes Bang
  • Si discosta troppo dal libro originale
SCHEDA SERIE TV

  • DATA RILASCIO: Gennaio 2020
  • GENERE: Horror/Drammatico
  • IDEATORE: Mark Gatiss, Steven Moffat
  • NETWORK: Netflix
  • STAGIONE: Miniserie
  • EPISODI: 3
ULTIME NEWS






Tag:,