FRACTURED SPACE First Run

PC VIDEOGAMES

FRACTURED SPACE: BATTAGLIE TRA GIGANTI NELLO SPAZIO PROFONDO

Parlare di simulatori di volo spaziali è sempre difficile. Da un lato si cerca un'esperienza quanto più simile alla realtà, per accontentare i puristi della simulazione estrema, dall'altro si vuole strizzare l'occhio a chi è cresciuto con film di fantascienza in cui si vedono spettacolari combattimenti. La tendenza delle software house è di accontentare più i secondi, mettendo a nostra disposizioni titoli votati all'azione, per farci vivere l'esperienza di un pilota di Star Wars: caccia rapidi e letali, manovre al limite e tanta adrenalina.

A dare una scossa al genere dei simulatori arriva Fractured Space.

In questo titolo viene tutto rimesso in discussione: siamo sempre di fronte a un videogioco dai connotati poco simulativi e molto action, ma non saremo più alla cloche di un rapido caccia, ma di una di una capital ship, una di quelle immense navi che solitamente rimangono nelle retrovie. Per darvi un'idea più precisa, lasciamo i combattimenti di Star Wars per infiltrarci negli scontri alla Star Trek!

FRACTURED SPACE

Il primo impatto col gioco in effetti è strano; abituati come siamo a giochi frenetici passare a un titolo dove la velocità non è il punto forte può inizialmente far storcere il naso. Fractured Space ha però molto da offrire per farsi apprezzare.
La storia in Fractured Space è solamente abbozzata, giusto per motivare la presenza di diverse fazioni coinvolte nella guerra in corso. La presenza di queste diverse parti in causa è in realtà la scusa per presentarci non solo diverse tipologie di navi, ma anche diversi approcci alla battaglia; alcune delle armi sono comuni a tutte le flotte, ma saranno anche presenti delle armi ad esclusivo beneficio di una fazione, dando così un po' di varietà sia alle strategie difensive che a quelle d'attacco.

Ovviamente ogni flotta avrà un proprio stile, che avrà la funzione sia di rendere vario l'impatto visivo del gioco, che di aiutarci a identificare agevolmente sul campo di battaglia chi avremo di fronte e poter quindi reagire efficacemente agli attacchi che subiremo.

La prima vera scelta però è nell'equipaggio; selezionando diversi personaggi per le varie postazioni (tattica, timone, ingegneria, comunicazioni e comando) avremo dei bonus che potremo usare in battaglia, come maggior manovrabilità o una più rapida ricarica delle armi. Queste piccole migliorie, se sommate, possono facilmente rendere una nave micidiale, consentendoci di elaborare piccole strategie per mettere in difficoltà le squadre avversarie; all'inizio del gioco la scelta dei nostri sottoposti sarà limitata, ma con il passare del tempo il gioco viene arricchito di nuove reclute da poter scegliere, ovviamente pagandoli e non poco, maledetti mercenari! Da questo si capisce come sia fondamentale una scelta ragionata del nostro ponte di comando, in modo da poter sfruttare al meglio i vari bonus, spesso utili per poter limitare o anche annullare i punti deboli della nave che selezioneremo nel nostro hangar.
La tipologia di gioco a cui appartiene Fractured Space focalizza l'attenzione proprio sulle navi, le vere protagoniste dell'azione. Dovendo essere l'anima del titolo, la varietà delle navi è fondamentale: potremo selezionare delle corvette (piccole e leggermente più agili), incrociatori leggeri (più rapidi e in grado di fare danni in breve tempo), incrociatori pesanti (lenti, corazzati e con armi più letali) e ammiraglie (titaniche, lentissime ma pesantemente corazzate e con armi devastanti). La corretta selezione di una classe ci porterà a scegliere un ruolo negli scontri, passando dal supporto all'attacco in prima linea; in tal modo potremo decidere quale ruolo più si adatta al nostro stile e quindi impegnarci nel migliorare una nave al meglio. Potenziare la nostra nave sarà obbligatorio, perchè ogni nave può diventare letale se impariamo ad usarla bene e a darle i giusti potenziamenti; più combattiamo più punti fazione otteniamo, e di conseguenza maggiori opzioni avremo per creare una flotta degna di tal nome.
Come per le armi, anche per le navi ci saranno delle tipologie comuni,ma allo stesso modo ci saranno delle esclusive per ogni flotta; mentre un'alleanza potrà contare su navi ammiraglie votate al supporto, la controparte potrà schierare delle navi in grado di occultarsi o una capace di sparare da distanze siderali, come un cecchino in piena regola.

Queste tipologie differenti non solo consentono ai giocatori di sperimentare nuove tattiche offensive, ma costringono i duellanti a imparare bene le mappe e adattare le proprie strategie in base al tipo di avversario che dovranno affrontare, conferendo un certo dinamismo al gioco stesso.

fractured space

I punti fazione sono la moneta del gioco, dato che sarà il loro impiego che ci permetterà di sbloccare nuove navi o aggiungere migliorie alle navi già in nostro possesso; i punti fazione non pioveranno numerosi, ma saranno sempre piuttosto scarni, costringendoci a scelte ben ponderate, oltre che a combattere spesso per ottenerne di nuovi.
Le migliorie sono sostanzialmente delle diverse opzioni per abilità già in nostro possesso, che possono andare da un diverso di rateo di fuoco a una maggior gittata per le nostre armi o a una diversa tipologia di corazza; contrariamente alla maggior parte dei giochi del segmento, gli upgrade della abilità non aumentano le nostre potenzialità, ma ci offrono un loro diverso utilizzo, andando a cambiare radicalmente il nostro approccio con la battaglia.
Ciò che più colpisce di Fractured Space è però il sistema di combattimento.
Le navi saranno giustamente influenzate da aspetti che mancano in altri titoli, ma che nello spazio sono fondamentali, uno su tutti l'inerzia, che risulta essere più letale dei nemici a volte. Una volta iniziata una manovra, sarà complicato, almeno nelle prime partite, riuscire a compensare in caso di cambi di rotta repentini, portandoci a pianificare con attenzione le singole mosse per evitare di ritrovarci poi in difficoltà. A rendere il tutto più interessante c'è la possibilità di poter muoversi non solo su un asse orizzontale ma anche su quello verticale (in pratica, anche in alto e in basso), riuscendo a sorprendere il nemico di turno attaccandolo da direzioni che non ha considerato; come se non bastasse, le mappe prevedono quasi sempre la presenza di asteroidi, che ci offrono innumerevoli soluzioni tattiche (immaginate che mossa strepitosa spuntare alle spalle del vostro nemico da dietro un asteroide!). Muovere quelle balene metalliche nello spazio non sarà un'operazione facile, ma questo non vuol dire che non possa essere divertente, anzi, dopo qualche partita, ci si ritrova a sperimentare e azzardare nuove manovre per trasformare i lati deboli delle nostre astronavi in punti di forza!

È invece un po' più complesso il sistema di puntamento, e il relativo tempismo nel fare fuoco contro i nemici.

Il nostro mirino sarà sempre mosso dal mouse, che potrà muoversi per tutto il nostro arco visivo, anche se questo non significa automaticamente che potremmo sparare: ogni nave avrà un arco di fuoco per le proprie armi, che tradotto vuol dire che anche se vediamo il nemico non siamo sicuri di poterlo colpire, e quindi dovremo essere rapidi nel inventarci qualche mossa per portarci a tiro.
L'evenienza di non poter far fuoco immediatamente non significa che non possiamo far danni: molte navi (specialmente quelle più potenti) dispongono di piccoli caccia che possono esser lanciati contro i nostri avversari, che subiranno pochi ma continui danni fino a che non riusciranno ad abbattere i nostri caccia con le difese ravvicinate (cosa che toccherà spesso fare anche a noi). L'utilizzo di queste squadre di supporto è un bell'aiuto, in quanto fondamentali per attaccare nemici prossimi alla distruzione o anche solo impegnare un avversario ostico mentre tentiamo una fuga disperata.
Fractured Space può vantare una grafica dignitosa, anche se non al vertice del mercato.

Essendo votato principalmente al multiplayer, il gioco ha un motore grafico sufficientemente snello , ma che non offre molto dal punto visto scenografico; le animazioni delle navi sono ben realizzate, così come il progressivo aspetto che avranno durante gli scontri, compreso il manifestarsi dei danni che subiremo. Questo aspetto, oltre che un tocco di classe, è anche utile per il giocatore per capire da che lato sta prendendo le bordate maggiori e quindi agire di conseguenza.
Molto curate le animazioni e gli effetti grafici, ma le texture che vedremo non raggiungo livelli eccelsi, fermandosi comunque a un livello più che dignitoso; a far la differenza sono gli effetti speciali, esplosioni e raggi laser illumineranno i nostri monitor con una certa frequenza, dandoci l'impressione di esser proprio in mezzo a una battaglia spaziale
Le musiche e gli effetti sonori sono sufficienti, ma non arricchiscono più di tanto l'atmosfera del gioco, limitandosi ad un onesto lavoro di supporto per esplosioni e simili; forse sotto questo aspetto poteva essere fatto qualcosa in più, ma non è detto che gli sviluppatori non intervengano per rimediare.

fractured space

Siamo di fronte a un titolo innovativo, che ha il coraggio di affrontare in modo originale il collaudato genere degli shooter spaziali, che però consiglio solo a chi abbia voglia di prendersi del tempo per imparare a fare manovre ragionate e non particolarmente acrobatiche, essendo pronti a rinunciare ad un kill sicuro per evitare di finire fregati il secondo successivo. Fractured Space è un gioco in cui per vincere è più importante saper calcolare traiettorie e manovre che sparare all'impazzata. Ma questo nuovo modo di intendere i combattimenti nello spazio profondo è davvero divertente!

SCHEDA GIOCO

  • RILASCIATO: 2015
  • GENERE: Simulazione 
  • SVILUPPATORE: Edge Case Games
  • PUBLISHER: Edge Case Games
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 VIDEOGIOCHI

Fractured Space vuole riscrivere il canone dei combattimenti spaziali.A suo vantaggio ha la novità delle navi impiegate, un'ottima gamma di migliorie e più modalità di gioco; difetta però nella grafica non di prim'ordine e un reparto audio un pò deficitario. Nel complesso siamo di fronte a un titolo interessante, che se ben supportato dai suoi creatori può assumere un ruolo di spicco nel panorama di giochi multiplayer attuali. ORIGINALE

Inviato Speciale e Nerd di alto lignaggio, le sue prime parole sono state “spazio, ultima frontiera”; ha indagato nei misteri della galassia con R. Daneel Oliwav e cavalcato vermi delle sabbie su Dune, salvo poi venire arruolato nella Flotta Stellare e arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Esperto di Warhammer 40k, Star Trek e Star Wars,appassionato di rpg, rts e fps, vi mostrerà cose che voi nerd non potreste immaginare.
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password

Sign Up