Genesi Primordiale – Recensione Magic Commander 2019

GIOCHI DI RUOLO E DA TAVOLA

MAGIC THE GATHERING: COMMANDER DECK 2019

Bentrovati cari Gaters, oggi come preannunciato in qualche articolo e post passato, ci troviamo per parlare di Magic; per la precisione parleremo dei nuovi deck Commander 2019. Il primo dei quattro deck che oggi analizziamo è Genesi Primordiale, che indubbiamente è quello che più ci ha colpito nelle nostre prime prove di gioco.

Prima di cominciare la recensione, ci teniamo ancora una volta a ringraziare MagicCorner.it che ci ha fornito tutti i quattro nuovi deck per testarli e scrivere i nostri articoli!

Partiamo con alcune considerazioni sul formato Commander di Magic, ovvero un modalità del gioco di carte collezionabili ideato dal ormai famoso Richard Garfield, un formato che strizza l’occhio in prevalenza al multiplayer e che incentra il mazzo di 100 carte su una creatura leggendaria (o Planeswalker), ma che secondo noi di Nerdgate è assolutamente divertente anche se giocata 1vs1. Non saremo qui in questo articolo a scendere nel dettaglio delle dinamiche di questa tipologia di formato, con tutta probabilità chi legge questo articolo saprà già di cosa si tratta; la cosa che invece vogliamo sottolineare, che di fatto è una verità ormai risaputa, sta nel fatto che acquistare un deck Commander è sempre un ottimo affare, infatti il prezzo di un Commander si aggira intorno ai 32.00€, un prezzo che nel breve tempo, tende a salire notevolmente se parliamo del valore delle singole carte che questi deck hanno al proprio interno, e che se vendute singolarmente quasi sempre, superano il valore iniziale del mazzo preconfezionato dalla Wizards of the Coast.

Ogni deck Commander come dice la parola stessa, viene costruito per essere il più possibile sinergico con una creatura leggendaria che sarà appunto il nostro comandante, è proprio questa sinergia la chiave per la vittoria! In ogni mazzo preconfezionato quindi, sarà presente un comandante ufficiale e altre tre carte che potrebbero prendere il suo posto (in questo deck troviamo: Atla Palani – Nutrice dei Nidi, Marisi – Distruttore dell’Intreccio e Tahngarth – Primo Ufficiale), o eventualmente fare da comandante in un nuovo deck; sono proprio queste le carte con il maggiore valore economico che in genere vengono stampate nella versione foil.

Ritorniamo a concentrarci ora sulla recensione vera è propria del mazzo Genesi Primordiale, ecco il nostro parere dopo averlo testato al Day One.genesi primordiale - deck commander 2019

Partiamo subito dalla meccanica su cui si basa il mazzo, ovvero “popolare” o “populate” se preferite in inglese. Il concetto di questa meccanica è quello di riempire la board di gioco con il maggior numero di creature possibili (che saranno per lo più token), nel minore tempo possibile, in modo da avere la meglio sul nostro avversario che se non avrà carte per pulire la board, come ad esempio un “Ira di dio”, potrebbe avere serie difficoltà a vincere la partita.

Il comandante preposto a tale compito è Ghired Esule del Conclave (tri-color rosso, verde e bianco 2/5 con costo di mana 5), il testo della sua card recita: “Quando Ghired, Esule del Conclave entra nel campo di battaglia, crea una pedina creatura Rinoceronte 4/4 verde con travolgere. Ogniqualvolta Ghired attacca, popola. La creatura pedina entra nel campo di battaglia TAPpata e attaccante.“.


“Ghired, ex membro del Conclave di Selesnya, ha giurato fedeltà ai Clan Gruul dopo essere stato testimone della maestosa manifestazione del cinghiale Devastatore durante la Guerra della Scintilla su Ravanica. Sebbene ora sia un Gruul, ha conservato il suo legame con la magia dei Selesnya e un profondo amore per i suoi animali. non esiterà a evocare al suo fianco cinghiali e altre creature imponenti per i suoi scopi distruttivi.”


Ghired ovviamente non sarà il solo a creare queste orde di pedine, anzi, la compagnia è nutrita e alquanto interessante, ve ne menzioniamo alcune tra le più interessanti, come ad esempio Atla Palani, Nutrice dei Nidi, una creatura leggendaria che crea uova 0/1 che quando vengono distrutte, ti fanno rivelare carte dalla cima del tuo grimorio fino a quando non peschi una creatura, che in seguito puoi giocare direttamente senza pagarne il costo di mana! Una carta a nostro parere fortissima che sicuramente avrà dei deck dedicati e molto forti! Altre carte sinergiche al tipo di gioco che per lo più già si conoscono sono: Gemello della Desolazione, Artigiano CondannatoBaloth Infuriati, Dragoniere ReiettoAnima di ZendikarAdephaga, Feldon del Terzo CamminoTrostani-Voce di Selesnya , Roc Compagna d’Ala, Thragtusk e Elogiatrice di Selesnya nuovissima carta che Popola esiliando una creatura da qualsiasi cimitero.

genesi primordiale - deck commander 2019

Insieme a questa platea di creature, non mancheranno ovviamente classici accellerini come L’anello Solare, Coltivare e Esplorare, ideali per farti rampare mana nei primi turni, in modo da giocare il comandante il prima possibile.

A completare il tutto, troviamo carte altamente sinergiche al mazzo, che sanciranno in via definitiva (counter spell permettendo), il dominio della board da parte delle nostre creature, popolando in massa le nostre file di servitori, tra queste per esempio: Secondo Raccolto, Ranghi in Crescita, Carne Fresca, Belligeranza di Ghired e Maestà colossale, che ci farà pescare parecchie carte se lasciata sul campo di battaglia!

genesi primordiale - deck commander 2019


GENESI PRIMORDIALE LA PROVA SUL CAMPO

La prima partita su cui abbiamo testato il deck è stata un 3vs3, partita vinta anche grazie al fatto che i nostri token, sono riusciti a fare in un turno di attacco ben 27 danni! Un altra partita interessante è stata un 1vs1 contro un difficilissimo mazzo tribale “Ratti”, difficile da battere anche con mazzi costruiti a puntino con carte dal valore elevato. Anche in questo caso, complice anche un po’ di fortuna (che non guasta mai) siamo riusciti a vincere.

Tutti i nostri avversari in serata, giocavano con mazzi custom dannatamente fastidiosi e anche dal costo elevato; questo di fatto ci ha dato modo di pensare una cosa che già sospettavamo dai primi spoiler, ovvero che il deck preconfezionato e originale, così come lo compriamo, è già di suo molto solido, ovviamente alcuni ritocchi personalizzati e studiati apportati in seguito (probabilmente ne parleremo in un altro articolo), potranno migliorare ulteriormente le performance di questo splendido deck.

In entrambe le partite il mana non è mai venuto meno, anzi ne avevamo una discreta abbondanza, anche se penso che in futuro qualche accellerino in più possa trovare buon uso al interno del mazzo.

Per concludere, Genesi Primordiale è sicuramente quello che dei quattro deck, ci ha più colpito in un primo test di gioco e che consigliamo caldamente di valutare come acquisto, soprattutto tra quelli che vogliono una meccanica di gioco più semplice e snella, ideale per i nuovi giocatori!

Vi lasciamo sotto la lista completa delle carte presenti nel deck, e di seguito il link dove poterlo acquistare.

ACQUISTA GENESI PRIMORDIALE – COMMANDER DECK 2019

E voi cosa ne pensate? Avete già comprato o giocato qualche deck commander 2019? Scrivetecelo sotto nei commenti!

Genesi Primordiale List Deck
8 Foresta
7 Pianura
4 Montagna
1 Distesa Terramorfica
1 Panorama di Naya
1 Terre Selvagge in Evoluzione
1 Passaggio dei Farabutti
1 Paesaggio delle Miriadi
1 Distese di Polvere
1 Torre di Comando
1 Rifugio di Pellegrigia
1 Torba Gruul
1 Rifugio di Kazandu
1 Altopiani Accidentati
1 Santuario di Selesnya
1 Presidio Boros
1 Sabbie Verdeggianti
1 Confine di Krosa
1 Santuario nella Giungla
1 Prateria di Solerba
1 Radura delle Braci
1 Frutteto Esotico
1 Castello del Gargoyle
1 Ghired, Esule del Conclave
1 Atla Palani, Nutrice dei Nidi
1 Marisi, Distruttore dell’Intreccio
1 Tahngarth, Primo Ufficiale
1 Feldon del Terzo Cammino
1 Trostani, Voce di Selesnya
1 Emmara Tandris
1 Anziano della Tribù-Sakura
1 Spaventaratro
1 Maga della Gilda di Vitu-Ghazi
1 Capobranco di Garruk
1 Uovo di Roc
1 Gemello della Desolazione
1 Tempio Viaggiatore
1 Cavaliere della Carica Infuocata
1 Manticora Trafiggicuore
1 Baloth Infuriati
1 Thragtusk
1 Artigiano Condannato
1 Soccorritrice dei Dirupi
1 Voce dei Molti
1 Infernale Tettonico
1 Zannabrina di Ohran
1 Elogiatrice di Selesnya
1 Anima di Zendikar
1 Adephaga Gigante
1 Dragoniere Reietto
1 Roc Compagna d’Ala
1 Angelo delle Sanzioni
1 Garruk, Cacciatore Primitivo
1 Coltivare
1 Esplorare
1 Lungosguardo
1 Armonizzare
1 Rivelazione Sciamanica
1 Rinascita di Phyrexia
1 L’Orda dei Conti
1 Belligeranza di Ghired
1 Piena Fioritura
1 Difese delle Radici
1 Sentenza di Trostani
1 Liberazione del Druido
1 Crescita Dilaniante
1 Monile di Naya
1 Tagliare in Due
1 Bestia Interiore
1 Secondo Raccolto
1 Grave Sconfitta
1 Carne Fresca
1 Maestà Colossale
1 Legame Elementale
1 Virtù Intoccabile
1 Ranghi in Crescita
1 Canto dell’Anima del Mondo
1 Emblema del Comandante
1 Miraggio d’Odio
1 Anello Solare
1 Schinieri dei Fulmini
1 Vasca del Mimic
1 Forgia dell’Anima
1 Idolo dell’Oblio

In conclusione ribadiamo ancora il nostro pensiero sul deck Genesi Primordiale, le nostre prime partite ci hanno confermato che il mazzo anche così com'è, senza alcuna modifica risulta essere un mazzo solido con un alta sinergia, la meccanica di gioco semplice, ne fa per i nuovi giocatori, il mazzo ideale tra i nuovi quattro deck Commander 2019. L'acquisto è caldamente consigliato, soprattutto per una carta presente nel deck, che non abbiamo dubbi, sarà uno dei futuri comandanti di nuovi temibili deck, ovvero Atlan Palani!

Good

  • Meccanica di gioco semplice
  • Buona sinergia
  • Solido già così com'è
  • Carte molto forti al suo interno

Bad

  • Mancherebbe qualche accellerino in più!
8

Ottimo

Videogiocatore già dalla tenera età di 5 anni (ricorda ancora quando accompagnava suo nonno a giocare a carte al bar nel pomeriggio e si spendeva le 1000 lire che gli regalava al videogioco di turno.) dopo anni di sacrifici e sogni infranti riuscì ad avere la sua prima macchina da gioco casalinga, aveva 11 anni ed era un bellissimo Commodore 128. Amante del fantasy in tutte le sue sfumature, tanto da sognare di vivere un giorno nella terra di mezzo oppure di studiare a Hogwarts, terribilmente malato di MMORPG, una piaga che lo colpì quando iniziò a giocare a Dark Age of Camelot nelle fantastiche foreste di Hibernia.

Leave a Reply

Lost Password