I Conigli – Recensione

FUMETTI

I CONIGLI: SHAUN TAN CREA UN’ALTRA STUPEFACENTE NOVELLA

i Conigli - shaun Tan edizioni tunuè - coverCari Gaters, ben ritrovati sulle pagine di Nerdgate, oggi vi volevo raccontare di una splendida favola illustrata da Shaun Tan, che ho ricevuto ieri con gradita sorpresa dal corriere; senza troppi preamboli quindi vi vado a parlare de I Conigli edita per l’Italia da Tunuè.

In questa splendida Allegoria per tutte le età e tutte le popolazioni, proprio come la definiscono gli autori stessi, si narra tramite una voce esterna, appartenente ad un nativo originario, di come i conigli hanno invaso la propria terra prendendosi poco a poco tutto quanto. In un primo momento pacificamente e in piccoli numeri, ma in seguito dopo l’arrivo di altri numerosi conigli via mare, il tutto si è trasformato in un invasione violenta e sanguinaria, volta alla totale conquista.

I conigli metaforicamente rappresentano la razza umana, non ha caso per antonomasia, essi sono conosciuti proprio per la loro voracità e la rapidità con cui proliferano in modo veloce e senza controllo, con il risultato di distruggere l’eco sistema che li ospita, una caratteristica che si sposa perfettamente con l’uomo.

Anche la storia che viene narrata è qualcosa di già visto e conosciuto, l’associazione con l’invasione degli europei nelle americhe degli indios appare immediata ed evidente.


Shaun Tan è indubbiamente uno degli artisti più di talento degli ultimi anni, le sue opere sono veri e propri capolavori!


Il potere visivo e rappresentativo delle immagini create da Shaun Tan, completano tutto alla perfezione, già abbiamo parlato in precedenza dell’artista Australiano recensendo uno dei suoi lavori più belli e conosciuti, L’Approdo; Ancora una volta il suo straordinario operato ci ha lasciato a bocca aperta, ad ogni tavola ci sembrava di trovarci alla presenza di un quadro scaturito dalle fantasie oniriche più belle che si possano immaginare, il suo stile di disegno che in questa opera si avvicina molto al grottesco, nasconde un infinità di particolari e sfumature, ad ogni attenta rilettura infatti, il lettore ne scoprirà sempre di nuove.

i Conigli - shaun Tan edizioni tunuè - tavola

Proprio per i contenuti di cui si parla e il tipo di racconto in se, questa favola potrebbe sembrare non adatta a tutti, soprattutto se pensiamo ai più piccini, ma non è assolutamente così! Saranno proprio i più giovani lettori ad esserne colpiti, loro più di tutti, potranno assimilarne inconsciamente il messaggio e l’insegnamento che si vuole far passare, sperando che un giorno, le nuove generazioni abbiano più rispetto per la vita, e per questo mondo che piano piano stiamo portando alla deriva.

Cari Gaters speriamo di avervi dato un buon suggerimento d’acquisto anche questa volta, ringraziamo come sempre la gentilissima Silvia Bellucci dell’ufficio stampa di Tunuè, che ci ha dato la possibilità di recensire questo meraviglioso albo, mentre a voi cari lettori, vi aspettiamo come sempre per le prossime news e recensioni dal mondo Nerd, a presto! #staytuned!

Il potere delle immagini create da Shaun Tan non smetterà mai di lasciarci a bocca aperta. Anche nella sua opera "I Conigli", edita da Tunuè in uno splendido cartonato dai materiali ricercati (come sempre), l'artista ci racconta una novella per grandi e piccini. Una graphic novel che tutti quanti dovrebbero avere nella propria collezione, sopratutto coloro che amano circondarsi da opere di intensità e bellezza rare. SORPRENDENTE

SCHEDA FUMETTO

  • USCITA: Maggio 2018
  • SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Shaun Tan
  • DISEGNI E COLORI: Shaun Tan
  • COPERTINA: Shaun Tan
  • CASA EDITRICE: Tunué
pagina Nerdgate il portale nerd

SEGUICI SU FEEDLY

follow us in feedly

Good

  • Illustrazioni che sembrano quadri!
  • Una novella adatta a tutte le età

Bad

  • Purtroppo poche pagine
8

Ottimo

Videogiocatore già dalla tenera età di 5 anni (ricorda ancora quando accompagnava suo nonno a giocare a carte al bar nel pomeriggio e si spendeva le 1000 lire che gli regalava al videogioco di turno.) dopo anni di sacrifici e sogni infranti riuscì ad avere la sua prima macchina da gioco casalinga, aveva 11 anni ed era un bellissimo Commodore 128. Amante del fantasy in tutte le sue sfumature, tanto da sognare di vivere un giorno nella terra di mezzo oppure di studiare a Hogwarts, terribilmente malato di MMORPG, una piaga che lo colpì quando iniziò a giocare a Dark Age of Camelot nelle fantastiche foreste di Hibernia.
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password