ROMICS 2019: la mostra dedicata agli 80 anni di Batman – N-Files

N-FILES

Negli scorsi giorni si è tenuta la venticinquesima edizione del Romics, la fiera del fumetto romana più importante che ospita espositori, appassionati e cosplayer della cultura nerd. Oltre ad essere un’importante anniversario per la fiera stessa, il 2019 coincide anche con gli 80 anni di Batman, partorito dalle menti di Bob Kane e Bill Finger e apparso per la prima volta in Detective Comics #27 nel 1939. L’importanza dell’uomo pipistrello non è ignota, non solo il fumetto in cui ha fatto la sua prima apparizione viene usato come nome della casa editrice DC Comics, ma è anche stato un personaggio che si fregia di storie stupende, alcune delle quali sono dei capisaldi del fumetto mondiale.

batman 116

Ma il fascino dell’uomo pipistrello non ha colpito solo grandi sceneggiatori, ma anche talentuosissimi disegnatori. Per celebrare questo importante anniversario, all’interno della fiera romana è stata allestita una mostra dedicata a Batman, curata da Riccardo Corbò e realizzata mediante l’aiuto di CArt Gallery. Tramite questa occasione è stato possibile immergersi nella storia del personaggio vessillo di DC Comics in vari modi. Innanzitutto una serie di infografiche descrivevano la lunga gestione editoriale sul personaggio, da i primi albi di Bob Kane e Bill Finger alle storie di Frank Miller, arrivando anche alle run più recenti come quella di Grant Morrison.

Dopodiché vi erano varie tavole di alcuni dei più famosi disegnatori del fumetto americano: Neal Adams, Bill Sienkiewicz, Bruce Timm, Tim Sale ecc. Un focus particolare della mostra, però, riguardava il tema dell’Italia, quindi gran parte della mostra era dedicata a tavole di autori italiani che, nel corso della storia, hanno interpretato l’uomo pipistrello: Hugo Pratt, Gabriele Dell’Otto, Simone Bianchi, Zerocalcare, Giuseppe Camuncoli e tanti altri.

Oltre a ciò, tutte le ale della mostra si concludevano col cappuccio dell’iconico costume dell’uomo pipistrello interpretato da vari artisti italiani del momento come LRNZ e No Curves. Per concludere, un ala era dedicata interamente a stupende statue dedicate allo stesso Uomo Pipistrello, ai suoi villain e veicoli.

Studente di Giurisprudenza dell’Università Aldo Moro di Bari, classe 97. Sono da sempre un appassionato di videogiochi, animazione, cinema e fumetti, prediligendo però quest’ultima passione. Preferisco il fumetto americano, ma non faccio distinzioni se si parla di una buona storia. Tra le mie letture preferite? Be’ ve ne sono parecchie, tra tutte posso dire: “Sandman” di Neil Gaiman, “Fables” di Bill Willingham e Mark Buckingam, “Hawkeye” di Matt Fraction e David Aja, “Essex County” di Jeff Lemire, “Pompeo” di Andrea Pazienza, “Devilman” di Go Nagai. Il mio film preferito è sicuramente “The Blues Brothers” di John Landis, mentre il mio film animato preferito è Toy Story… facciamo tutta la trilogia. La passione per il fumetto mi ha anche portato a scoprire i Gorillaz, virtual band britannica creata da Damon Albarn e Jamie Hawlett, creatore del fumetto “Tank Girl”. Per quanto concerne i videogiochi ho sempre prediletto le esclusive Sony e Nintendo, queste ultime hanno un ruolo principale nel mio cuore, in particolare la saga di The Legend of Zelda.

Leave a Reply

Lost Password