THE RECKONERS 1 “STEELHEART”

LIBRI

THE RECKONERS: QUANDO GLI EROI SPADRONEGGIANO

THE RECKONERS 1 STEELHEARTQuest’anno siamo invasi dai supereroi al cinema, dopo Deadpool e Batman v Superman siamo in attesa dell’arrivo di Captain America: Civil War. In tutte queste pellicole i supereroi si mettono in gioco per difendere i normali cittadini, si ergono a paladini dell’uomo comune, contrapponendosi ai cattivi; ma cosa potrebbe accadere se al mondo esistessero solo super umani malvagi?

Da questo presupposto è partito Brandon Sanderson, lo scrittore americano che è diventato il più prolifico narratore di fantasy del momento; diventato famoso con Elantris, Sanderson è riuscito a farsi adorare dal pubblico grazie al ciclo narrativo di Mistborn e per avere completato in modo sublime al saga de La ruota del tempo alla morte del creatore Robert Jordan.

Sanderson inizia la sua serie dedicata ai Reckoners nel 2007, giungendo quest’anno a finire le avventure di questo gruppo di eroi; la lunga vita di questa saga è dovuta al fatto che lo scrittore non si concentra su un’unica storia, ma continua a sviluppare più universi narrativi contemporaneamente, con una presenza nelle librerie che sembra una vera magia!

Tornando alla storia dei Reckoners, il mondo viene sconvolto quando nel cielo appare Calamity, una manifestazione luminosa e di cui non si conosce origine, che dona ad alcuni uomini dei poteri simili a quelli dei supereroi, trasformandoli in Epici; inizialmente si pensa che questi doni possano essere usati per il bene dell’umanità, ma ben presto questa illusione viene spazzata via, visto che i beneficiari di questi poteri utilizzano le loro nuove capacità per spadroneggiare sui normali.

UN MONDO IN CUI I SUPEREROI SONO DA COMBATTERE E GLI UOMINI COMUNI SONO I VERI EROI È L’AMBIENTAZIONE DELL’ENNESIMO CAPOLAVORO DI BRANDON SANDERSON

Uno di questi normali è il giovane David Charleston, un ragazzino che assiste alla morte del padre durante una rapina in banca, sventata da un Epico chiamato Steelheart, che ha il potere di trasformare la materia in metallo; David è convinto che l’Epico sia intervenuto per salvare le vittime della rapina, ma scopre presto che in realtà Steelheart ferma i rapinatori in quanto minacciano il proprio dominio su Chicago. Durante la battaglia, l’Epico uccide anche il padre di David, che inizia a provare un profondo odio per tutti i Super e medita una vendetta contro Steelheart che lo accompagnerà per anni.

THE RECKONERS 1 STEELHEART

La vera partenza della storia avviene quando David entra in contatto con i Reckoners, un gruppo paramilitare di ribelli che si prefigge di sconfiggere gli Epici. Dopo un’iniziale diffidenza, tra David e la sezione di Chicago, guidata dal carismatico Prof, si instaura una cooperazione proficua, che mira a sconfiggere proprio Steelheart, il signore di Chicago (ribattezzata NewCago). Durante la sua missione, quasi una vendetta personale, David avrà modo di trovare una nuova famiglia e soprattutto conoscere una ragazza che lo faccia innamorare, anche se la vita potrebbe riservagli qualche sorpresa!

Nonostante le premesse possano fanno pensare ad un romanzo diretto ad un pubblico di giovanissimi, Steelheart non è una storia young adult; Sanderson non si fa problemi nel dipingere i personaggi “cattivi” con durezza e facendo compiere loro azioni esecrabili, dando un tono di violenza privo di limature, ma crudelmente reali. La stessa cura viene riservata agli eroi del ciclo, i Reckoners, che sono ideati e presentati in modo superlativo; la struttura della rete clandestina è ben congegnata, la tecnologia con cui vengono costruiti i mezzi per combattere gli Epici è credibile (compresa la rivelazione finale) ma soprattutto sono i membri della cellula al centro dell’azione di Steelheart a rappresentare la genialità di Sanderson. Tutti i compagni di avventura di David sono perfetti, hanno sia profondità psicologica che carattere, sono credibili nei propri ruoli, grazie a la creazione di piccoli tratti distintivi (una parlata particolare, un tic o un difetto caratteriale) che li rendono subito umani e che fa affezionare il lettore.

THE RECKONERS 1 STEELHEART

Questa umanità è frutto della competenza di Sanderson nel creare dei personaggi che siano una parte integrante della storia, che la vivano in modo così realistico che sembra di essere testimoni oculari delle vicende narrate nel volume; la scrittura di Sanderson è scorrevole, divertente e al contempo ricca di dettagli, riesce a spiegare ogni aspetto della storia senza annoiare, ma coinvolgendo il lettore. Anche nelle scene di azione, quando il ritmo cambia e diventa più frenetico, la penna di Sanderson riesce ad essere efficace, si adegua all’esigenza del momento e ritrae i personaggi con dinamismo e veridicità!

Steelheart è solo l’inizio della saga dei Reckoners, una serie di libri (tre romanzi più una short story) in cui le avventure di David e dei suoi compagni si dipanano in un crescendo che tiene incollato alle pagine il lettore. Visto che ormai il ciclo è giunto alla sua fine anche nel nostro Paese, il consiglio è di acquistare tutti i volumi in un’unica botta, in modo da poter seguire le avventure dei Reckoners senza pause!

Steelheart apre il ciclo dei Reckoners, l'ennesima saga partorita dalla mente di Brandon Sanderson. La visione dei superpoteri dell'autore americano, il trasfromare l'uomo comune in un eroe e la facilità con cui il tutto viene scritto sono i grandi pregi che rendono la saga dei Reckoners una lettura obbligatoria per gli appassionati di fantasy! INNOVATIVO

SCHEDA LIBRO


    • USCITA: 2014
    • GENERE: Fantasy
    • AUTORI: Brandon Sanderson
    • EDITORE ITALIANO: Fanucci
    • TRADUZIONE: G. Giorgi
pagina Nerdgate il portale nerd

TOP 10 LIBRI

No items found.
7.5

Buono

Videogiocatore già dalla tenera età di 5 anni (ricorda ancora quando accompagnava suo nonno a giocare a carte al bar nel pomeriggio e si spendeva le 1000 lire che gli regalava al videogioco di turno.) dopo anni di sacrifici e sogni infranti riuscì ad avere la sua prima macchina da gioco casalinga, aveva 11 anni ed era un bellissimo Commodore 128. Amante del fantasy in tutte le sue sfumature, tanto da sognare di vivere un giorno nella terra di mezzo oppure di studiare a Hogwarts, terribilmente malato di MMORPG, una piaga che lo colpì quando iniziò a giocare a Dark Age of Camelot nelle fantastiche foreste di Hibernia.
Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0

Lost Password